martedì , Gennaio 19 2021

Villarosa, Consiglio comunale sulla grave situazione della viabilità

Villarosa. Affollato Consiglio comunale ieri sera sulla grave situazione della viabilità, in particolare quella relativa al Ponte 5 Archi, il primo cittadino Francesco Costanza ha voluto la presenza di tutti i Sindaci dei comuni ennesi e dei comuni del Vallone nisseno, tutti hanno accolto l’invito, presente anche il nisseno deputato regionale pentastellato.
A fine riunione è stato stilato il seguente ordine del giorno

villarosa Consiglio comunale 20 apr 2015

Premesso che, in data 19 marzo 2015, un evento franoso ha interessato la S.S. 121 al Km 124+900, in territorio di Santa Caterina Villarmosa (CL), determinando lo scivolamento di un’ingente parte della carreggiata e impedendo la viabilità con conseguente chiusura dell’arteria viaria;

Dato atto che la frana è stata determinata dall’erosione degli argini del Fiume Salso, che ampliando il suo letto, ha interessato i terreni limitrofi sia alla S.S. 121 che alla A19, creando peraltro seri problemi ai piloni dell’autostrada che sono fondati proprio sul letto del fiume;

Rilevato che tale interruzione ha di fatto paralizzato l’attività economica e sociale di questo Comune e dei Comuni viciniori, mettendo a serio rischio le attività sociali e lavorative delle popolazioni e delle attività d’impresa e commerciali;

Considerato che l’arteria interessata dall’evento costituisce elemento centrale di collegamento con la A19, in direzione Palermo, con le Province di Caltanissetta ed Agrigento e che le alternative comportano la necessità di percorrenze aggiuntive nell’ordine di decine e decine di chilometri e conseguenti disagi e aggravi per le famiglie e per le imprese;

Preso atto che la situazione si è aggravata, a seguito della chiusura della A19 per il cedimento dei piloni del viadotto Himera, che ha reso ancora più difficoltoso raggiungere il nostro capoluogo;

Vista la nota, prot. n. 3752 del 10 aprile 2015 con la quale è stato chiesto un rapido intervento al fine di attenuare il disagio delle comunità interessate e successivamente risolvere definitivamente il problema determinatosi per l’evidente “calamità naturale”;

Atteso che il Ponte Cinque Archi, sempre lungo la S.S. 121, pare che abbia subito ulteriori danni a causa delle recenti piogge che hanno provocato la piena del fiume Salso e che lo stesso è costantemente monitorato da parte dell’A.N.A.S., attraverso un sistema di rilevazione, sin dai primi del mese di gennaio u.s.;

Preso atto che pure la A19, a livello del Ponte Cinque Archi, richiede interventi urgenti per danni ai piloni a causa dell’erosione provocata dalle acque del fiume Salso;

Constatato che la S.S. 290, che collega Villarosa/Calascibetta e quindi Enna, risulta completamente chiusa al traffico dal 2012, anch’essa travolta da una frana e per il ripristino si attende ancora il finanziamento;

Considerato che la S.P. n. 6, che collega Villarosa verso Nicosia, presenta vari restringimenti e il manto stradale è privo di qualsiasi intervento di manutenzione ormai da anni, in più tratti è priva di asfalto e presenta vari avvallamenti che ne rendono veramente precaria la circolazione;

Preso atto che al momento l’unica via di collegamento è la S.S. 121 in direzione Enna, anche se la stessa si presenta in condizioni piuttosto precarie con allarmanti disconnessioni del manto stradale e restringimenti, in particolare ai Km 117+100, 117+000 e 116+200, conseguenti a fenomeni franosi;

Accertato che il dissesto idrogeologico e la mancata manutenzione hanno compromesso una viabilità che sconta deficit notevoli;

Atteso che riqualificare le nostre strade è un dovere delle Istituzioni perché significa tutelare l’incolumità dei cittadini e, al contempo, contribuire al rilancio economico del territorio;

Rilevato che la situazione nel suo complesso è gravissima, anzi drammatica, per le conseguenze dirette sull’economia cittadina, per il tessuto commerciale e produttivo, per la circolazione degli studenti, dei pendolari ecc… ma ancora più grave è la difficoltà di raggiungere i centri ospedalieri e sanitari in caso di emergenze, con tutte le conseguenze per la salute e per la vita umana;

Constatato che, nonostante i diversi tavoli tecnici presso le autorità competenti, in cui si è discusso dei problemi della viabilità, relativi alla SS 121 e alla SS 290, non sono ancora pervenute risposte concrete di finanziamento degli interventi necessari;

Viste le continue sollecitazioni da parte dei cittadini villarosani, che hanno costituito il “Comitato pro S.S. 121” e preso atto degli incontri sull’argomento in diverse sedute aperte di questo Consiglio Comunale;

Considerato che la grave situazione coinvolge i Comuni vicini e, pertanto, sono stati invitati a partecipare i Sindaci dei Comuni della provincia di Enna e i Sindaci dei Comuni di Caltanissetta, Santa Caterina Villarmosa (CL), Resuttano (CL) ed Alimena (PA);

villarosa ponte 5 archi 19 aprile 2015 23
PROPONE AL CONSIGLIO COMUNALE DI DELIBERARE

1. Impegnare il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti congiuntamente all’ANAS a sostenere, tecnicamente ed economicamente, la realizzazione del tratto della SS 290, che collega Villarosa/Calascibetta, chiuso dal 2012 a causa della frana;

2. Impegnare il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e l’Assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilitá, anche a mezzo degli Uffici del Genio Civile, a sostenere, tecnicamente ed economicamente gli interventi strutturali per ripristinare gli argini del fiume Salso, nel tratto in cui sovrasta il Ponte Cinque Archi, lungo la SS121 e la A19;

3. Impegnare il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e l’Assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilitá congiuntamente all’ANAS a porre in essere interventi urgenti diretti a ripristinare la viabilità sulla SS 121, al Km 124+900, anche con l’assenso alla creazione di un by-pass a monte della frana e la conseguente autorizzazione al transito dei soli veicoli leggeri lungo il Ponte Cinque Archi, tenuto conto che questo tratto è costantemente monitorato da un sistema elettronico che interdice il traffico in caso di pericolo;

4. Impegnare il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l’Assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilitá, congiuntamente all’ANAS ad intervenire urgentemente sulla A19, a livello del Ponte Cinque Archi, per verificare la stabilità dei piloni dell’autostrada interessati dall’erosione provocata dalle acque del fiume Salso;

5. Richiedere al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, all’Assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilitá, congiuntamente all’ANAS l’apertura provvisoria ed immediata dello svincolo Ferrarelle, lungo la A19, al fine di far defluire il traffico veicolare verso Caltanissetta, Agrigento e Palermo sull’autostrada;

6. Richiedere al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, all’Assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilitá e all’ANAS di attivare ogni canale, politico e tecnico, finalizzato alla messa a punto degli strumenti utili alla risoluzione strutturale e definitiva del ripristino della viabilità del nostro territorio sulla SS121 e sulla SS 290;

7. Trasmettere il presente ordine del giorno al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, al Presidente della Regione Sicilia, a S.E. Il Prefetto di Enna, a S.E. Il Prefetto di Caltanissetta, all’Assessorato regionale delle Infrastrutture e della Mobilitá, all’ANAS (sede nazionale e regionale), all’Ufficio del Genio civile di Enna, all’Ufficio del Genio civile di Caltanissetta, alla Deputazione Nazionale e Regionale della provincia di Enna, ai Commissari delle Province di Enna e Caltanissetta, ai Sindaci ed ai Presidenti dei Consigli dei Comuni della Provincia di Enna, ai Sindaci ed ai Presidenti dei Consigli dei Comuni di Caltanissetta, Santa Caterina Villarmosa, Resuttano ed Alimena.


foto a cura di Giuseppe Innuso