sabato , Aprile 17 2021

Nicosia: Le proposte dell’ANCE ai candidati a Sindaco della città

pirrone_vincenzoL’ANCE ha predisposto anche per Nicosia un documento di proposte da condividere con i candidati a Sindaco della Città.
Il documento intitolato “Nicosia Felice”, anche in onore del Santo nicosiano, propone 13 interventi che l’associazione dei costruttori ritiene prioritari.
I temi si snodano partendo dalle esigenze di rivitalizzare la comunità economica rinverdendo i fasti urbanistici dei secoli passati e riposizionando la città riportandola alla centralità che fino a 15-20 anni fa gli veniva riconosciuta ben oltre i confini provinciali.

Pirrone – Presidente ANCE: “L’abbandono istituzionale e conseguentemente strutturale della città va affrontato con l’orgoglio di chi sa di avere alle spalle una storia e non si rassegna all’abbandono delle istituzioni. Per questo abbiamo porposto un panel di interventi che servano a ridare slancio economico ma sopratutto culturale. Vorremmo poter toranre ad essere cittadini fieri non solo del passato ma anche del presente, che poi è anche l’unico modo per dare un futuro qui alle nuove generazioni.”

Il documento propone una ampio programma di rigenerazione di quartieri storici oggi abbandonati al degrado che si pensa di poter restituire alla fruizione urbana atraverso alcune misure che incentivino le attività commerciali e il progressivo recupero architettonico e funzionale degli edifici. Il comune dovrebbe occuparsi di riqualificare progressivamente gli spazi pubblici ed i servizi.

“La funzione del Comune non può restare quella che è, occorre che diventi promotore e propulsore di una inversione di tendenza che incentivi nuove imprese commerciali e che sappia promuovere nuovi processi economici, turistici e culturali” prosegue Pirrone.

“Ovviamente non abbiamo mancato l’occasione per evidenziare la centralità del nodo infrastrutture viarie (comunali, provinciali ed ANAS). Nodo che può essere risolto con un’ammnistrazione che sappia pungolare a dovere chi deve fare e da troppi anni non fa.”

“Le nostre proposte camminano di pari passo con l’esigenza, diffusamente sentita, di dare trasparenza all’azione ammnistrativa e burocratica, adottando le più avanzate regole in grado di rendere effettivamente terza e fattiva l’amministrazione pubblica”

Infine nel documento vengono evidenziati alcuni nodi irrisolti (Parcheggio, Depuratore, Discarica, Campo Boario) ed alcune lacune programmataorie (PRG, Cimitero, servizi pubblici).

Chiosa Pirrone: “La nostra proposta è quella di un vero e proprio piano industriale del Comune in grado di rimettere in cammino un’amministrazione ed una comunità, un cammino che restituisca felicità a chi si impegna in un cambiamento necessario per garantire un futuro alle nuove generazioni”.


a cura di Gildo Matera