domenica , Gennaio 24 2021

Regalbuto. Richiesta al Comune di dotare impianti sportivi di defibrillatori

catenanuova defibrillatoriAlcune società sportive di Regalbuto il 17 settembre scorso hanno inoltrato al sindaco, all’assessore allo sport e al Presidente del consiglio comunale di Regalbuto la richiesta di dotazione di un defibrillatore nella palestra (ex scuola media) dell’Istituto Compresivo G.F. Ingrassia. Ameselon Volley, Basket Regalbuto, Twirling Regalbuto, Rahl Butahi calcio a cinque, e le due società sportive di amatori Mens sana in corpore sano e Amatori Calcio a cinque Regalbuto, sono le società sportive firmatarie della richiesta che obbliga dal primo gennaio 2016 tutti i sodalizi sportivi e le palestre, secondo il decreto Balduzzi, di un defibrillatore semiautomatico. “Chiediamo alle signorie loro – scrivono i presidenti firmatari – di prendere in considerazione l’acquisto di tale strumentazione come dotazione di sicurezza della palestra, al fine di alleviare un onere particolarmente gravose per le nostre società sportive”. Il decreto Balduzzi prevede che il defibrillatore sia posto in tutte le palestre e ubicato in un luogo ben visibile e facilmente accessibile e sempre perfettamente funzionante sia durante gli allenamenti che nelle gare di campionato o in occasioni di tornei. “Tutti i richiedenti –scrivono ancora – si impegnano a far formare loro tesserati all’uso del defibrillatore e sottoscrivere un regolamento che ne sancisca le modalità di fruizione”. La richiesta delle società sportive che svolgono la loro attività nella palestra della scuola media, forse potrebbe essere la prima di una serie di richieste considerato il numero degli impianti sportivi presenti a Regalbuto ove i sodalizi svolgono la quotidiana attività federale o con gli enti di promozione sportiva: palazzetto dello sport, campi da tennis, plesso Don Milani. C’è da sottolineare altresì che le stesse federazioni sportive invitano (obbligandole in alcuni casi) le società affiliate a dotarsi di un defibrillatore pena la nullità della gara. A parte ciò, sembra opportuna la presenza del defibrillatore e soprattutto del personale formato per l’uso. A questo proposito è partito l’iscrizione da parte dell’associazione Fraternita Misericordia di Regalbuto per la partecipazione al corso e altre iniziative sono in corso di organizzazione.

Agostino Vitale