mercoledì , Gennaio 27 2021

“Festa dell’albero” a Pietraperzia

Pietraperzia LAURA CORVOPietraperzia, giovedì 26 novembre in mattinata si terrà la “Festa dell’albero” promossa da Legambiente che vedrà i ragazzi di tutte le scuole che hanno aderito al “progetto ambiente”, realizzato dal Comune con l’assessore alla pubblica istruzione Laura Corvo, piantare alberi e piantine nei cortili delle loro scuole.
La “Festa dell’albero” apre ufficialmente il “progetto ambiente” che ha l’obiettivo di sensibilizzare i bambini e i ragazzi al rispetto dell’ambiente e di responsabilizzarli rendendoli, appunto, responsabili delle piantine e degli alberi che pianteranno, in questo modo si faranno promotori del rispetto di queste piante e indurranno anche altri ragazzi e persone adulte a farlo.
Insieme ai bambini saranno presenti i loro genitori, il Sindaco e assessori per sottolineare il fatto che non sono solo i bambini ad assumersi il compito di tutelare e curare l’ambiente ma anche tutta la cittadinanza rappresentata dall’amministrazione comunale. Le piante sono tipiche della zona mediterranea e ad ogni bambino verrà consegnato un dépliant dove potranno trovare tutte le tipologie di piante che hanno piantato e le informazioni sulla riserva naturale dove possono trovarle. Tutte queste piante sono stata donate dall’azienda forestale grazie alla preziosa collaborazione di alcuni dipendenti pietrini.
Oltre a queste verranno piantate piantine di rosmarino donate dall’impresa Vivai Emmanuele di Giarre che ha già collaborato con la scuola lo scorso martedì 17 novembre spiegando e illustrando ai ragazzi delle classi terze medie la produzione e i benefici del compost.
L’assessore Laura Corvo dichiara di ritenersi soddisfatta del “progetto ambiente” creato con l’aiuto dei dipendenti comunali ed oltre ad essere entusiasta per la giornata di giovedì è fiduciosa nel fatto che se si educa un bambino a prendersi cura dell’ambiente esso non solo lo rispetterà ma lo farà anche rispettare. Ha dichiarato inoltre: “Personalmente penso che il mondo sia nelle mani dei bambini e se verranno educati a rispettare gli alberi e la natura, sapranno di certo rispettarla e curarla molto meglio di come abbiamo fatto noi; quindi noi nella giornata di giovedì affideremo il futuro dell’ambiente nelle loro mani ed è una cosa che mi riempie di gioia e di speranza nel futuro”.