mercoledì , Aprile 14 2021

Partite pregresse applicate da AcquaEnna, raccolte 600 richieste di rimborso a Troina

caro acquaTroina. Raccolte quasi 600 richieste di rimborso delle partite pregresse applicate da AcquaEnna. Sono questi i numeri dell’iniziativa realizzata dall’associazione politico-culturale Re-esistenza nel mese di maggio.
A seguito delle recenti sentenze del 27/02/2016 n. 25 e del 04/04/2016 n.40, che prendono atto dell’illegittimità della voce inserita in bolletta sulle “partite pregresse”, l’associazione Re-esistenza ha voluto contrastare in prima linea qualsiasi atto illegittimo compiuto dall’ente gestore AcquaEnna e assistere i cittadini ingiustamente colpiti.
Le richieste ora verranno inviate alla società AcquaEnna.
“I cittadini sono stufi di ricevere costanti aumenti delle tariffe idriche – dichiara il portavoce dell’associazione Salvuccio Siciliano – anche quando applicate attraverso strane voci quali le partite pregresse, e per questo hanno aderito in massa all’iniziativa della nostra organizzazione che ha preso spunto dalla importante battaglia giudiziaria avviata da Assoconsumatori contro AcquaEnna”.
troina raccolta richieste rimborso partite pregresse 2
La parola ora passa al gestore idrico che dovrà decidere come rispondere alle richieste di rimborso, intanto l’associazione Re-esistenza fa un appello agli amministratori locali, membri della neocostituita assemblea territoriale idrica di Enna: “Revocate le delibere del Commissario che hanno autorizzato l’applicazione in bolletta delle partite pregresse e mettete in campo tutte le iniziative utili a riportare ad una gestione pubblica il sevizio idrico, come richiesto più volte dai cittadini. Dal canto nostro saremo sempre al fianco della gente per la difesa dei loro diritti e per riuscire a ripubblicizzare l’acqua”.

Sandra La Fico