mercoledì , Gennaio 27 2021

Pietraperzia. Collaudato lo svincolo della bretella statale 640 per Caltanissetta

svincolo-bretella-pietraperziaPietraperzia. Sono stati collaudati i lavori di realizzazione dello svincolo di accesso al Comune di Pietraperzia, provenendo da Caltanissetta sulla strada statale 640. Si è finalmente messa la parola fine ad una vicenda che per troppo tempo ha creato problemi alla comunità di Pietraperzia ed ai tanti veicoli in transito. È stata una lunga battaglia che ha prodotto un importantissimo risultato. Il sindaco di Pietraperzia, il Cinque Stelle Antonio Bevilacqua, visibilmente soddisfatto, dichiara: “La strettoia era una soluzione provvisoria ma il rischio era che divenisse definitiva. Le vittorie e i miglioramenti si ottengono quando non ci si accontenta che una comunità possa sopravvivere. Si deve provare a lottare perché le cose migliorino nettamente. E in quest’ambito siamo riusciti a non accontentarci di avere un “passaggio” di fortuna”. È stato collaudato anche l’impianto di illuminazione che è perfettamente funzionante e che necessita ora dei passaggi burocratici necessari. “Per mettere la ciliegina sulla torta – conclude il sindaco Bevilacqua – chiederemo ai cittadini di esprimersi sul simbolo da mettere al centro della rotatoria. Lo avremmo già fatto ma per quest’anno non ci sono soldi per finanziarlo. Sara dunque una delle priorità per il prossimo anno”. Lo svincolo era stato notevolmente danneggiato da una frana nell’autunno 1991. I danni erano stati provocati dai violenti nubifragi che si erano abbattuti in paese e nelle campagne. Lo scorso 3 marzo erano stati consegnati, alla ditta Cruschina Costruzioni di Mussomeli di Salvatore ed Enzo Cruschina, padre e figlio, i lavori per il ripristino dello svincolo. Si trattava di un centinaio di metri di strada che era stata trascinata a valle insieme a una notevole quantità di terreno. La frana aveva provocato pure il grave danneggiamento del guardrail che delimitava l’arteria. Durante tutto questo periodo, un quarto di secolo, la strada era stata ridotta ad una strettoia. Nell’arteria danneggiata potevano transitare solo i mezzi leggeri a senso unico alternata. I lavori di riparazione dello svincolo erano stati finanziarti dall’Anas con 684 mila euro. Gli interventi di ripristino e riparazione erano stati completati dall’impresa di Mussomeli agli inizi di ottobre 2016.

Gaetano Milino