mercoledì , Luglio 28 2021

Enna. C.C. approva assunzione mutuo per rifacimento campo sportivo di Pergusa

campo sportivo pergusaApprovata l’autorizzazione per l’assunzione di un mutuo con il Credito Sportivo per il rifacimento del campo sportivo di Pergusa e degli spogliatoi, che oggi, venerdi 2 dicembre, ha richiesto una convocazione in seduta urgente del Consiglio Comunale, per la imminente scadenza dei termini di presentazione della richiesta di finanziamento.
Ieri l’assessore Palermo aveva illustrato il progetto alla Commissione Capigruppo in seduta congiunta con la IV Commissione, durante la quale sono emerse alcune criticità dello stesso, ribadite oggi in aula e riassunte dal consigliere Tremoglie. In primo luogo il rischio che l’opera rimanga incompiuta se non si trova una soluzione sin da subito per ripristinare la tribuna attualmente inutilizzabile perché nonché per l’impianto di illuminazione, il cui costo non è coperto dal finanziamento.
In secondo luogo, la necessità di disciplinare la gestione della struttura affinché possa generare ricchezza e coprire i costi per la sua manutenzione.
Lo stesso assessore Palermo ha precisato che, affinché questa opportunità non si traduca in un peso ma in una risorsa, è necessario un programma di manutenzione, in ordine al quale risulta fondamentale il ruolo della politica nella predisposizione di un Regolamento per la gestione degli impianti sportivi.
Oltre alle criticità tecniche, tuttavia, sono state sollevate altre perplessità in ordine a questo progetto, relative alla tempistica e cioè al fatto che il Consiglio ne sia stato messo a conoscenza solo 24 ore prima, non consentendo ai consiglieri di esaminare , ancora una volta, in tempi utili la proposta dell’Amministrazione, come sottolineato dai consiglieri Timpanaro e Arena.
D’altro canto, le forze politiche a sostegno dell’amministrazione (ma non solo) hanno più volte ricordato l’importanza del progetto – che era stato predisposto dalla passata amministrazione e recuperato dagli uffici dell’Assessorato regionale in cui si trovava – non solo dal punto di vista prettamente sportivo, consentendo questa infrastruttura di superare le difficoltà cittadine e delle associazioni sportive in tema di impianti idonei, ma anche per la indiscutibile valenza sociale che lo stesso riveste e la possibilità di costituire uno strumento di rilancio del territorio e dell’economia di Pergusa.
Considerazioni che trovano il consenso unanime, ma che non sono sufficienti per i consiglieri del Movimento 5 Stelle per votare a favore della proposta, optando per l’astensione. Ciò in considerazione del fatto che, sebbene il progetto può reputarsi valido dal punto di vista tecnico, viceversa non risulta tale dal punto di vista economico, essendo carente di uno studio di fattibilità, di una previsione della gestione e dei costi di manutenzione, nonché di un’analisi di costi e benefici, che non consente di valutare appieno la validità dello stesso, tenuto conto altresì del pochissimo preavviso che è stato dato per poter effettuare un’indagine in tal senso. Un’ennesima comprova della scarsa condivisione da parte della Giunta Dipietro, ricorda Solfato.