lunedì , Gennaio 18 2021

A Concerto Capodanno de ‘La Fenice’ di Venezia: primo ballerino Antonino Sutera di Cerami, già Premio Euno 2010

Chi ha avuto modo di seguire in TV il concerto di capodanno 2017, trasmesso da RAIuno il 1 gennaio scorso, ha potuto apprezzare, durante l’evento musicale, l’esibizione del primo ballerino Antonino Sutera, il giovane di Cerami 36enne che nel 2010 è stato insignito del 25° Premio Euno.

Il Nostro, dopo aver frequentato la scuola del Teatro alla Scala, entrato all’età di 18 anni nel corpo di ballo scaligero, ha superato brillantemente le tappe della difficile carriera, fino a diventare uno dei più apprezzati primi ballerini solisti. Nino (così è chiamato in famiglia e dagli amici), “prende il treno” per La Scala per iniziare nel tempio della musica mondiale il suo percorso artistico. All’ età di 10 anni, da Cerami approda a Milano e con l’impegno, il sacrificio e lo studio, superando tante difficoltà, riesce a realizzare “il suo sogno”, quello di diventare un affermato ballerino. È stato insignito dell’“Euno” all’età di 30 anni, uno dei più giovani premiati presenti nell’albo d’oro. Il prestigioso riconoscimento, giunto alla XXXI edizione è stato ideato dal Kiwanis nel 1986 con lo scopo di rendere merito a personalità di Enna e provincia, affermatesi nei vari campi: letterario, scientifico, artistico e umanitario, ed è diventato ormai un appuntamento annuale atteso da molti. “Esso vuole essere uno sprone e un modello per tutti, soprattutto per i giovani… per diventare ‘creativi’ del loro avvenire”, ha commentato il presidente del Club, Santi Motta, nell’apprendere il successo della sua performance a Venezia. Antonino Sutera ha ballato in coppia con Emanuela Montanari, nota prima ballerina (nella foto), in un fantastico scenario tra splendidi saloni, balconi e logge (con scorci sul Canal Grande) dell’affascinante e sontuoso complesso monumentale de “La Fenice” di Venezia, con le coreografie di Gianluca Schiavoni. Qualcuno ha commentato che “il Sutera nel suo percorso artistico ha incontrato il fenomeno Roberto Bolle che, con la sua bravura, i suoi occhi azzurri e qualche centimetro in più di altezza, ha condizionato la sua notorietà”. Comunque egli per più di un decennio ha raccolto lusinghieri e meritati apprezzamenti da parte dei critici e il consenso del pubblico che l’ha applaudito durante le esibizioni in tutti i teatri in Italia e all’estero tra cui, nel recente passato, al Bolshoi di Mosca”. Il Concerto di Capodanno sarà trasmesso in replica il 26 febbraio 2017 su RAI5. Per rivederlo subito basta collegarsi su RAI Play.it cliccando su “Concerto di Capodanno la Fenice 2017”.

Salvatore Presti


(nella foto: Antonino Sutera con Emanuela Montanari a Venezia)