martedì , Gennaio 26 2021

Pietraperzia. La città del castello Barresio presenta domanda di accesso ai finanziamenti per le strade rurali

PIETRAPERZIA. Fondi europei per viabilità Interaziendale e strade rurali. Pietraperzia è il primo Comune, a livello regionale, a presentare domanda di accesso ai finanziamenti per le strade rurali del PSR Sicilia 2014.2020 previsto dalla Sottomisura 4.3 “Sostegno e Investimento nell’Infrastruttura necessaria allo sviluppo, all’ammodernamento e all’adeguamento dell’agricoltura e della silvicoltura – Azione 1 – viabilità interaziendali e strade rurali per l’accesso ai terreni agricoli e forestali”. “L’intervento – afferma l’assessore all’Agricoltura di Pietraperzia Michele Laplaca – è teso a richiedere un finanziamento di 755 mila 351,73 euro”. La richiesta di finanziamento per la copertura totale dei costi di progettazione e realizzazione di interventi contestuali di costruzione ex novo di un tratto ed il ripristino della strada interaziendale rurale “Marcato D’Arrigo-Tornambè”.

Incontro al Comune di Pietraperzia con il sindaco e l’assessore al Ramo di Barrafranca Fabio Accardi e Valerio Faraci per la sistemazione di un’altre strada, la Cava Tardara, che collega i due Comuni. Al vertice, tenuto nella sala comunale dei sindaco di Pietraperzia Antonio Calogero Bevilacqua, erano presenti il sindaco di Barrafranca Fabio Accardi, gli assessori all’Agricoltura di Pietraperzia e di Barrafranca Michele Laplaca e Valerio Faraci, il responsabile Ufficio Tecnico comunale di Pietraperzia ingegnere Salvatore Patti e il segretario generale del comune di Pietraperzia Eugenio Alessi. L’assessore Michele Laplaca continua: “Siamo orgogliosi del risultato ottenuto”. “L’impegno e la buona amministrazione degli appartenenti al Movimento 5 Stelle – continua l’assessore comunale Laplaca – ancora una volta, qualora ce ne fosse stato bisogno, dimostra che può avere ricadute positive sul territorio a beneficio delle imprese e dei cittadini”. E continua: “Abbiamo contattato l’assessorato regionale per alcune informazioni e il funzionario ci ha confermato che non sono state ancora presentate domande da altri Enti Pubblici. Dunque, se ne deduce, che Pietraperzia è il primo”. L’assessore Michele Laplaca aggiunge: “I collegamenti, per le aziende, sono di fondamentale importanza e l’impossibilità di intervenire con i già scarsi fondi comunali ci ha spinto a ricercare altre fondi di finanziamento come queste”. “In questo modo abbiamo evitato che venissero coinvolte economicamente le aziende interessate dall’intervento. Il bando prevede, infatti, che queste ultime partecipino privatamente ma per ricevere un finanziamento che copre l’80 per cento dei costi”. L’assessore Michele Laplaca fa notare pure come saranno molteplici le aziende che riceveranno benefici: aziende agricole, zootecniche, caseifici, e agriturismo oltre che il sito archeologico Tornambè Cuddaru di Krastu di Pietraperzia. L’assessore Michele Laplaca informa anche di essere già al lavoro per richiedere analogo contributo per la strada vicinale “Cava Tardara” che collega i Comuni di Pietraperzia e di Barrafranca. Infatti sono stati già sviluppati i primi incontri con il sindaco di Barrafranca Fabio Accardi e l’assessore al Ramo Valerio Faraci “per gettare le basi per la collaborazione tra i due Comuni oltre che per la realizzazione del progetto in questione anche su diversi altri fronti”.

Gaetano Milino


FOTO = Da Sx: Salvatore Patti, Valerio Faraci, Michele Laplaca, Eugenio Alessi, Fabio Accardi.