martedì , Aprile 13 2021

Aidone. Il gruppo Noi Aidone:”Spazzatura e incendi. Amministrazione incapace su entrambi e fronti”

Aidone. La sporcizia che in questi giorni di festa è sotto gli occhi di tutti, è oggetto di lamentele da parte di cittadini, emigrati e turisti. A farsi portavoce del malessere che vive in tal senso la cittadina il gruppo consiliare di opposizione “Noi Aidone”, formato dai consiglieri Filippo Curìa, Nunzio Ciantìa, Maria Pina Pittà, Katia Gangi, Valentina Raccuglia che ha parole di fuoco nei confronti dell’amministrazione comunale. ”Persiste ancora una volta l’incapacità di questa amministrazione di garantire un minimo di decoro alla città. Sono trascorsi tre giorni dalla festa del patrono San Lorenzo e le vie cittadine sono invase da rifiuti di ogni tipo, compresi gli ingombranti. Uno scempio sotto gli occhi di tutti come il materasso con la rete lasciato alla villa comunale, luogo da sempre emblema del passeggio estivo. Tra i tanti a cui non è sfuggito il degrado il nostro concittadino Lorenzo Scroppo che vive a Toronto e che aveva portato in vacanza con sè un nipote per mostrargli il luogo delle sue origini ma rimasto veramente sconcertato da tanta spazzatura” –afferma il gruppo, che sottolinea: ”Domenica scorsa, 13 agosto, al Comune, si svolgeva la manifestazione Globe Italia che premiava gli italiani che si sono distinti in patria e nel mondo. Il gruppo noi Aidone e, con esso la cittadinanza, spera che gli illustri invitati siano arrivati in elicottero direttamente su piazza municipio e quindi non attraversando le vie cittadine, evitando così di portare nei loro luoghi di residenza l’immagine degradata di un paese lasciato all’incuria e alla sporcizia che si notava attraversando tutte le strade”. E rimarca: ”Al disastro ambientale che negli ultimi giorni ha interessato i boschi insistenti nel territorio fra Aidone e Piazza Armerina si aggiunge questo ulteriore scempio che, insieme – speriamo – i nostri ambasciatori del mondo non ne facciano menzione alcuna”. Proprio sull’emergenza incendi, giovedì 10 agosto, festa del santo patrono, si è svolto un consiglio comunale straordinario. Il gruppo Noi Aidone ha “rispolverato” una mozione presentata già nel 2015 dove impegnava l’amministrazione comunale sul problema dei forestali, facendo presente la opportunità/necessità di impegnare detta categoria soprattutto in attività di prevenzione in determinati periodi dell’anno. ”Tra febbraio/marzo-sottolinea il gruppo-i forestali potrebbero essere utilizzati nella realizzazione dei viali parafuoco oppure nella realizzazione dei tramezzi che dividono i settori del bosco. Invece, vengono fatti scendere a luglio per interventi non di prevenzione e di messa in sicurezza dei luoghi. Se i forestali non vengono impegnati nei tempi dovuti è inutile il lavoro che fanno poi a luglio, con l’aggravante della situazione dei 78isti che abitualmente vengono fatti scendere a settembre e spesso non riescono a completare le giornate lavorative”. E conclude: ”Ora, evidenziato che i mezzi della forestale sono obsoleti e, spesso, inutilizzabili, con rischi per la sicurezza degli operatori, si stigmatizza l’atteggiamento dell’amministrazione comunale che non si è attivata dopo la sollecita mozione presentata dal nostro gruppo e soprattutto della regione Sicilia che continua a trascurare in maniera scellerata il comparto dei forestali. Ringraziamo invece quanti tra le forze dell’ordine e lavoratori forestali si sono prodigati a rischio della propria sicurezza e incolumità a contenere il disastro che comunque si è consumato”.

Angela Rita Palermo