mercoledì , Gennaio 27 2021

Regionali. Enna: il Movimento con Salvini e le candidature del centro destra

Enna. “Il movimento “Noi con Salvini” ha sancito i requisiti che devono possedere i candidati aderenti al movimento. Le performances sono caratterizzate dalla trasparenza, storia personale, forte rapporto con il territorio, requisiti necessari per un profondo rinnovamento del modo di far politica”. A dichiararlo Claudio Millia, coordinatore provinciale “Noi con Salvini” che propone agli alleati i propri candidati per una scelta immediata, condizione indispensabile per poter affrontare nel migliore dei modi la campagna elettorale regionale a sostegno di Musumeci Presidente . “La individuazione e la proposta di propri candidati – prosegue Claudio Millia – non significa minimamente alcuna conditio sine qua non, non vuole imporre le proprie scelte agli alleati, ma vuole essere uno ulteriore stimolo al dialogo fatto di chiarezza, trasparenza e proposte chiare agli elettori. I candidati individuati e scelti in sinergia tra il Coordinamento Provinciale ed i singoli Coordinamenti Locali presenti sul territorio, possiedono tutte le caratteristiche richieste e sono espressione di un vissuto ed un legame molto forte con il territorio. Se qualcuno ha qualche proposta migliorativa e stimolante, bene, che la faccia, ma presentiamoci subito agli elettori con candidati definiti, in modo di iniziare subito una campagna elettorale che si prospetta difficile. L’obiettivo è quello di portare al successo finale un uomo che ha fatto dell’onestà, coerenza, trasparenza e capacità amministrativa, il suo target personale, ma con una caratteristica saliente ed innovativa il profondo e radicale rinnovamento del fare politica e dei suoi attori. Se la Sicilia vuole girare pagina dopo gli anni tristi e devastanti della amministrazione Crocetta non può e non deve perdere altro tempo”. “Il nostro – ribadisce Millia – è un movimento in Sicilia relativamente giovane che eredita credenze del passato o diatribe costruite tra il Nord e il Sud , fatto di battute e slogan. Basta seguire i programmi del partito chiaramente enunciate e ripetute in ogni dove, dal segretario nazionale On. A. Attaguile e dall’On Matteo Salvini, per capire che gli slogan dell’era bossiana siano stati definitivamente seppelliti ed abbandonati. Oggi l’asse portante del movimento è “Prima di tutto gli Italiani , tutti ”in una logica federativa dove la Sicilia e i Siciliani possono realmente scrivere il loro futuro. Ogni ulteriore ritardo potrebbe essere interpretato come il solito lavorio delle segreterie politiche che allontanano la gente dalla politica e dall’occuparsi della cosa comune”. “Riteniamo di dovere ribadire – conclude Milllia – che ostacoleremo con ogni mezzo chi possa minimamente pensare di fare consumare la candela in modo di arrivare all’ultimo minuto quando ciò che viene deciso non può essere più migliorato o modificato”. Stranamente nella riunione del centro destra (Grimaldi, Ferrrari, Edoardo Leanza – Tudisco) Claudio Millia è stato ignorato