sabato , Febbraio 27 2021

Incontro dei partiti di centrodestra, Armando Glorioso parla di una sua candidatura

Enna. Per martedì, secondo quanto dichiarato dall’ex onorevole Ugo Grimaldi, si dovrebbero riunire i partiti dei centro destra, escluso Forza Italia che viaggia da sola, per cercare di definire possibili candidature e tra queste era stato accennato ad una candidatura di Armando Glorioso, sindaco di Nissoria . Interpellato Armando Glorioso ha dichiarato che “ringrazia gli amici di Fratelli d’Italia per avere proposto la sua candidatura nella lista “Noi con Salvini” e “ Fratelli d’Italia” (e per “diventerà bellissima” ? ndr) . “In questi giorni – dice Armando Glorioso – ho riflettuto tantissimo, ribadisco che penso fortemente che il centro-destra debba essere unito, sotto la guida del presidente Musumeci, solo se il centro-destra sarà unito potrà vincere e conquistare un seggio alle regionali. Fare una lista “Noi con Salvini” e “Fratelli d’Italia”, è troppo rischioso, sarebbe antagonista con “Forza Italia” e non mi sembra il caso di fare un favore alle liste di sinistra. Questo si può fare nelle altre province , dove ci sono gli spazi per mettere in campo più liste di centro-destra non nella nostra provincia. Anche “Forza Italia”, in particolare i dirigenti locali (Nissoria-Leonforte ndr), mi hanno proposto una candidatura. Rifletterò anche su questa proposta, ma in ogni caso io mi sento di rappresentare un’area vasta del centro-destra e di coloro che hanno una posizione moderata in politica e quindi anche di coloro che, pur non riflettendosi nelle idee del centro-destra , sicuramente non possono votare e aderire a quella che è stata la sinistra di Crocetta e di Renzi. Per me la politica è unire non separare”. Dalla riunione di martedì del centro dovrebbero venir fuori delle risultanze concrete per cui bisogna trovare una soluzione definitiva e c’è anche da chiarire chi dirige le operazioni di scelta in “Noi con Salvini” in quanto Claudio Millia, nominato dal senatore Attaguile coordinatore provinciale, ha per caso saputo che c’è un’altra nomina di coordinatore provinciale, quella dell’ex deputato regionale Edoardo Leanza, dopo un incontro con Alessandro Pagano. Anche qui tanto confusione e poca politica.