domenica , Gennaio 24 2021

Valaguarnera, opposizione a Presidente Consiglio: “E’ l’amministrazione del selfie più che del fare”

Valguarnera. “I nostri rappresentanti locali certificano la pochezza istituzionale nel contesto provinciale.” A dichiararlo in una nota congiunta gli esponenti di “Insieme per cambiare” L’Altra Voce” e Forza Italia. Le ultime due, forze di opposizione al consiglio comunale. Il giudizio e non è il primo in tal senso, è stato dato dopo i recenti selfie apparsi su vari social network che raffigurano il presidente del consiglio Scozzarella sorridente affiancato all’ex Premier Renzi, in visita ad Agira durante il suo tour elettorale. “E’ l’amministrazione del selfie più che del fare – affermano – e tutto ciò certifica ancor di più la totale inadeguatezza dei nostri amministratori e rappresentanti locali.” A far scoppiare la miccia in salsa valguarnerese, è stata l’assemblea pubblica tenutasi ad Agira alla presenza di alcuni amministratori provenienti dai comuni viciniori, riuniti per affrontare l’annosa vicenda relativa all’insediamento della discarica di rifiuti pericolosi. “I nostri rappresentanti locali – accusano ancora i tre movimenti – sono illustri assenti come già accaduto in passato in diverse occasioni ( ricordiamo la vicenda delle partite pregresse dell’acqua ) che denotano ancora una volta la pochezza istituzionale, in un contesto quello provinciale che oramai ci vede del tutto marginali ed irrilevanti”. E così concludono: “Registriamo nei confronti della nostra comunità una preoccupante e crescente sfiducia che delegittima un territorio che non sembra più in grado di esercitare un’influenza determinante.
L’attuale compagine di governo appare aver disatteso le aspettative di una comunità, ma soprattutto non risulta all’altezza di proteggere i suoi cittadini e gli interessi del nostro territorio, che vede accrescere sempre più il divario che ci separa dal resto della comunità provinciale.

Occorre una risposta autorevole, coraggiosa e radicale in grado di sprigionare risorse ed energie che orientino le scelte sui contesti provinciali e regionali all’altezza della nostra storia passata e recente. Per tali ragioni invitiamo i nostri rappresentanti locali a dismettere i panni da attori distratti, chiedendo loro di indossare quelli che più rispondono a tali aspettative”.

Rino Caltagirone