domenica , Gennaio 24 2021

Valguarnera: lettera di dissenso da parte di tre forze politiche e due associazioni nei confronti del sindaco Draià su Poliambulatorio

Valguarnera. Noi siamo sempre qua, anche se come è suo solito il primo cittadino valguarnerese continuerà ad ignoraci, ma non tanto, in considerazione che quando non Le aggrada qualche nostro articolo ha la denuncia facile (ciò vuol dire che però ci legge), per cui se ha qualche cosa da dire saremo costretti a dovere pubblicare anche una Sua nota! Sull’argomento in questione.
p.s.: sappiamo che ha smentito (lascia il tempo che trova, foto su Facebook sono eloquenti!) è vero che sta traslocando di partito, addirittura su altro schieramento politico?
Riportiamo senza nessun commento quanto pervenuto in redazione:


“Sulla delicata questione del Poliambulatorio “Sebastiano Arena”, il sindaco Francesca Draià continua a non capire, o meglio, continua a fare finta di non capire.
Nessuna delle forze poltiche, movimenti, associazioni e comitati, che sino ad ora si sono interessati della vicenda, hanno mai pensato di creare allarmismo tra la cittadinanza.
Nessuno ha mai messo in dubbio la “continuità dei servizi sanitari” a Valguarnera.
Se solo avessimo sospettato una sospensione o soppressione dei servizi di medicina specialistica da parte dell’Azienda Sanitaria Provinciale, avremmo già fatto (non ci penseremo un solo istante a farlo), le barricate.
Abbiamo chiesto un incontro al Presidente della Regione e all’assessore regionale alla Sanità, per fare chiarezza sulla:
– chiusura del poliambulatorio “Sebastiano Arena”;
– mancata ristrutturazione della struttura sanitaria;
– sugli atteggiamenti della Direzione dell’ASP di Enna nei riguardi della cittadinanza valguarnerese e del centro anziani “Il Boccone del povero” che attualmente ospita i servizi sanitari;
– sulle notizie riguardanti l’ipotesi di un nuovo trasferimento del poliambulatorio con un nuovo, più costoso e duraturo contratto d’affitto.
Egregio Sindaco Draià, la finisca di dire che solo Lei rappresenta la cittadinanza valguarnerese in tutte le sedi istituzionali.
Caro Sindaco, in questa situazione, se proprio vuol saperlo, Lei rappresenta una minoranza; quella minoranza che sino ad ora è stata troppo accondiscendente con i vertici dirigenziali dell’Asp di Enna, a discapito degli interessi dell’intera collettività.
Noi vogliamo capire cosa sta succedendo e stiamo conducendo una battaglia civile che ha l’obiettivo di fare riaprire il “Sebastiano Arena”, senza che nemmeno un solo soldo pubblico venga sperperato.
Nel frattempo se ha le risposte ai quesiti che cerchiamo, venga a relazionare in Consiglio comunale”.

L’Altra Voce per Valguarnera
Forza Italia
Meetup M5 Stelle Valguarnera
Insieme per Cambiare
Comitato Cittadino