mercoledì , Luglio 28 2021

Trentatreenne condannato minacce e resistenza nei confronti di due marescialli dei carabinieri di Barrafranca

Un giovane barrese, Giuseppe Bevilacqua, 33 anni, è stato condannato a sei mesi di reclusione ed al pagamento delle spese processuali in quanto si è reso responsabile di minacce e resistenza nei confronti di due marescialli della stazione dei carabinieri di Barrafranca. I due sottufficiali si era portati nella sua abitazione di via Marconi per una perquisizione domiciliare, quando Giuseppe Bevilacqua si è dato in escandescenza ed ha minacciato i due carabinieri con conseguente denuncia e processo. Il difensore Nicoletti ha scelto il rito per direttissima, giudice monocratico Marco Lorenzo Minella, il quale ha valutato tutta la vicenda, quindi, dopo le richieste del PM (sei mesi di reclusione) e dell’avvocato difensore (non doversi procedere per mancanza di querela), ha deciso di condannare l’imputato a sei mesi di reclusione ed al pagamento delle spese processuale con il beneficio della sospensione della pena quinquennale.