giovedì , Gennaio 28 2021

Valguarnera: i due consiglieri di maggioranza che hanno votato NO al Piano rifiuti propongono tavolo tecnico e costituzione società in house

Valguarnera. Non si spegne l’eco sulla bocciatura del Piano pluriennale dei rifiuti avvenuto l’altra sera in Consiglio Comunale, che già si cerca di cambiare pagina. A voler dare un nuova svolta alla questione, i due consiglieri di maggioranza Fabio Arena e Cristoforo Alessi, proprio i due dissenzienti che con il concorso dell’opposizione espressero un chiaro “no” al Piano. Lo strappo dei due col resto della maggioranza e dell’amministrazione comunale targata Draià, come si ricorderà, produsse degli strascichi: il giorno dopo avvenne la revoca assessoriale ad Alfonso Trovato e successivamente la sfiducia a Fabio Arena come segretario della locale sezione del PD. Adesso il Piano, dopo le inevitabili polemiche, è tornato in 3^ commissione consiliare per essere ridiscusso, commissione della quale fanno parte gli stessi Arena ed Alessi, che sull’argomento hanno diramato una nota. Alessi nella telefonata con la quale ci ha preannunciato la nota, parla solo del Piano Rifiuti, non volendo trattare al momento altri argomenti politici. Commentando l’argomento scottante dei rifiuti, ha riferito che il “no” al Piano votato da lui e da Arena è scaturito dal fatto di voler porre al centro del dibattito il problema, visto che stiamo parlando della tasca dei cittadini. “Credo e ne siamo convinti- ha rimarcato- che si possano mettere in campo significativi correttivi per condurci alla diminuzione della tariffa. E’ nostra intenzione infatti, proporre, nella prossima riunione della commissione del 4 aprile, un tavolo tecnico con tutte le forze politiche e sociali del paese, per arrivare alla costituzione di una società in house, come già avviene in altri Comuni, vedi Enna e Troina. Proposta questa, che già abbiamo anticipato nella riunione di ieri, perché siamo fermamente convinti che a differenza della messa in gara del servizio, la gestione in house del servizio sia molto più economica e conduce a tariffe più sostenibili”. La società in house si dovrà occupare dei servizi di spazzamento, raccolta e trasporto rifiuti nel territorio dell’Aro di Valguarera, ai sensi dell’art. 6 L.R. 9/2010. “Tale proposta- è scritto nella nota firmata da Arena ed Alessi- si ritiene altrettanto utile in considerazione del fatto che la gestione in house generi evidenti e certe economie rispetto all’affidamento al privato, dà la possibilità di reinvestire gli avanzi di gestione per il miglioramento del servizio ed esercita un controllo diretto da parte dell’ente locale.” A tale riguardo, per mettere in atto il progetto, Arena ed Alessi chiederanno tutti i pareri competenti: tecnici, giuridici e contabili.

Rino Caltagirone