giovedì , Febbraio 25 2021

A Leonforte la giornata contro la violenza sulle donne con un’azione corale

Sabato 24 novembre Leonforte parteciperà alla Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne con un’azione corale. Performance, corto metraggi, momenti narrativi e artistici, lezioni e testimonianze di abusi subiti nell’indifferenza generale, si susseguiranno nel corso dell’intera giornata. La giornata si aprirà all’I.I.S. E. Medi alle ore nove con la performance: Nessuna Conseguenza del gruppo “Donna Araba Fenice”, seguirà la proiezione del corto metraggio di Lorena D’Angelo e la lettura della Carta dei diritti della Bambina a cura della FIDAPA di Leonforte. Il gruppo: Giardino dei Gelsi, compagnia teatrale Nuovo Sipario con la partecipazione di Nella Benintende si esibirà nella performance “La violenza nega l’esistenza, storie di vite spezzate”, la proloco parteciperà con la proiezione del cortometraggio “Laerte Mira” di Maria Catalano, mentre Fabia Mustica racconterà la vicenda di Agata. La testimonianza della dottoressa Filippa Lattuga sui fatti di abuso minorile recentemente condannati dalla Corte di appello di Caltanissetta anticiperà la conclusione dei lavori mattutini, che si chiuderà con il contributo degli alunni del Medi. Alle ore 16, presso la chiesa di S. Antonio a Parco Sott’Arco, sarà l’artista Giusy Grasso ad aprire gli incontri, che coinvolgeranno l’associazione DonneInsieme Sandra Crescimanno di Piazza Armerina con l’intervento di Valentina Conti, la riproposizione della performance “La violenza nega l’esistenza, storie di vite spezzate” e si concluderanno con la lezione dell’Università Popolare “Il tabù delle mestruazioni, storia di emancipazione femminile negata”. Ogni momento della giornata è stato ispirato al tema #maipiùstaizittacretina e #maipiùselecercata ignobili frasi che ledono la dignità della donna con l’uso del turpiloquio prodròmico alla violenza fisica. Riconoscere la violenza nelle parole, negli stereotipi e nei media è necessario alla comprensione di un fenomeno cronicamente emergenziale, che conta le vittime di femminicido senza indagarne le motivazioni sociali e culturali. Sabato 24 Novembre Leonforte ci sarà e dirà BASTA alla violenza di genere. L’assessore Maria grazia Li Volsi ha voluto coinvolgere le molte associazioni paesane per includere nella riflessione la comunità, scartando le nicchie elitarie e invitando uomini e donne a interrogarsi sulla violenza contro le donne.

Gabriella Grasso