martedì , Gennaio 26 2021

Troina, con il Gsd femminile il calcio è anche una passione di donne

Conta una trentina di atlete la squadra di calcio femminile a cinque il Gruppo sportivo dilettantistico (Gsd) femminile Troina: Francesca Calabrese,  Tea Calaciura, Dominique Cantale, Irene Carmeci, Adriana Colletti, Miriana Di Costa, Valentina Di Muni,  Sara Fichera, Marina Gagliano, Simona Giamblanco, Agostina Impellizzeri, Maria Impellizzeri, Clara Iraci, Fabiola L’Episcopo, Martina Macanò, Meyre Martinez, Maria Giovanna Mascali, Miriam Mascali, Alessia Pettinato, Giulia Plumari, Cristina Sambuco, Aurora Testa, Rosanna Trovato Salinaro, Miriam Virgillito e Carmen Vitale. “Il Gds di calcio femminile nasce nel mese di settembre del 2017 sulla scia del gruppo sportivo dilettantistico di calcio Over 30”, ci spiega Daniele Litteri, che degli Over 30 è stato uno degli organizzatore. Adesso si occupa della squadra femminile di calcio in collaborazione con Samuele Comico. “Il lavoro preliminare alla nascita del Gds Troina l’hanno fatto Giacomino Amata e Giuseppe Calaciara, che hanno preparato atleticamente e tecnicamente le ragazze al gioco del calcio”, ci ha detto Nino Plumari che, assieme a Luca Giamblanco e Giulio Elia (preparatore atletico), allena la squadra. Plumari è stato un calciatore dell’Asd Troina. La sua esperienza la mette a servizio della squadra femminile. “E’ importante trasferire la mentalità calcistica alle ragazze perché il calcio non è solo un fatto atletico”, ci ha spiegato Plumari.  Il Gds femminile Troina fa il suo debutto nella stagione sportiva 2018-2019 e guida la classifica a pari punti con la Vespa Enna, che però deve giocare ancora una partita. Il Gds femminile è gruppo sportivo molto composito e ben rappresentativo della società troinese. Ci sono giovanissime studentesse e professioniste con alcuni anni in più. Tutte accomunate dalla passione per il calcio giocato. A loro piace vedere le partite di calcio anche allo stadio e in televisione. Ma quello giocato e praticato le coinvolge di più.  Meyre Martinez (27 anni), brasiliana che da qualche vive a Troina dove da volontaria da una mano d’aiuto a padre Piergiovanni Sanfilippo nella gestione della ”Casa di accoglienza Santa Maria degli Angeli”, ci ha detto: “Gioco al calcio nel ruolo di portiere da quando avevo 6 anni e gioco con il cuore perché nella squadra mi sento come se vivessi in una famiglia”. Anche Adriana Colletti (36 anni), biologa, originaria di Contessa Entellina, che da alcuni vive e lavora a Troina dove gestisce un’erboristeria, gioca al calcio da quando era piccola: “Giocavo a calcio per diletto con i miei amici e compagni di studio del liceo a Corleone e i mei colleghi universitari di Palermo”.  Ora a Troina è impegnata in nuova esperienza. “Adesso pratico il calcio in forma agonistica, che mi richiede più impegno, ma lo faccio con piacere”. Francesca Calabrese (12 anni), frequenta la scuola media Don Bosco, per la sua giovane età non può ancora entrare in squadra, ma si sta preparando per entrarci: “Mi piace giocare al calcio e mi sto preparando ad entrare in squadra quando avrò 14 anni”. Anche a Maria Impellizzeri (17 anni), studentessa della V classe Liceo Scientifico di Troina, piace giocare al calcio: “Giocare al calcio è una mia passione”. Simona Giamblanco (27 anni), laureata all’Accademia delle Belle Arti di Catania, postina precaria, è la capitana della squadra. “Qui a Troina siamo in tante alle quali piace non solo vedere le partite di calcio, ma anche giocarle, e un bel giorno ci siamo decise a fare una squadra di calcio femminile”.             

Silvano Privitera