giovedì , Febbraio 25 2021

Leonforte. Avanti Uniti : “Inverosimile quello che sta succedendo nella casa comunale”

Con una nota polemica, il capogruppo consiliare di “Avanti Uniti”, Angelo Leonforte, esprime tutta l’amarezza per quello “che sta succedendo nella casa comunale”, definito “inverosimile”.
Non si può condurre il governo di una comunità in questo modo. Le ultime delibere sulla riorganizzazione della struttura organizzativa del comune ne sono una prova lampante di un mal governo, un’Amministrazione che fa scelte di governo irragionevoli e confuse che ci porta in un’unica direzione: la paralisi di tutto l’Ente Comunale. La mia più grande solidarietà e quella del Gruppo politico Avanti Uniti per Leonforte, va a tutti quei dipendenti comunali e dirigenti che si sono visti mettere da parte senza una chiara spiegazione, dopo anni di lavoro a servizio della comunità, colpiti nella dignità, distruggendo così tutto quello che di buono era stato fatto. Inoltre, il Sindaco si vanta dei suoi 4 obiettivi raggiunti del programma elettorale a distanza di soli 7 mesi dalle elezioni accaparrandosi meriti che non gli appartengono”.
Poi una tagliente provocazione: “Forse avevano la necessità di sedare il malcontento per la mancata fornitura dei sacchetti per la differenziata? Infatti possiamo tranquillamente dire che il vero obiettivo raggiunto dal Sindaco Barbera è quello di non distribuire più i sacchetti per la differenziata ai cittadini e che gli stessi devono provvedere a procurarseli, pur essendo uno specifico obbligo nel contratto di appalto della ditta Appaltatrice”.
E sull’operato del Sindaco il cc. Leonforte parla di “Leadership delegata”: “Leonforte non merita un’Amministrazione del genere, con l’aggravante che il Sindaco ha un’età oggettivamente giovane, ma è chiara la sua inadeguata azione politica e amministrativa, dovuta o alla sua inesperienza o alla sua ormai certa totale mancanza di leadership, possiamo dire che siamo di fronte ad una “Leadership delegata”.
Non sorprende la proposta del gruppo Avanti Uniti: “La cosa migliore sarebbe la sostituzione immediata del Sindaco con nuove elezioni e non di soli 3 componenti della Giunta liquidati solo dopo 7 mesi di Amministrazione, perché praticamente si può affermare che l’altro obiettivo raggiunto dall’Amministrazione Barbera in soli 7 mesi è la defenestrazione di 3 Assessori su 4”.
Il paese tace, eppure, vedi la nomina di una seconda giunta a soli sette mesi dalle elezioni o problematiche spigolose come la riorganizzazione della struttura organica dell’Ente o la mancanza di sacchetti per la raccolta differenziata, non si celano malumori nella politica locale e fra i cittadini.

(comunicato stampa, riportato da Livia D’Alotto)