martedì , Marzo 9 2021

Aidone: progetto “Educare per crescere” valore aggiunto per le tante attività avviate al nido

Aidone. Si chiama “Educare per crescere” il progetto del comune di Aidone che ha ottenuto il finanziamento di € 146.735,28, per il biennio (gennaio 2019 – dicembre 2020) dall’assessorato regionale alla Famiglia, alle Politiche sociali e al Lavoro. Il progetto, redatto dal responsabile Area Cultura- Pubblica-istruzione – Sport e Turismo Salvatore Marchì, su direttive dell’assessore alla Cultura Zagara Palermo, coinvolgerà i bambini dell’asilo nido “Rosalba Milazzo”. Il progetto sarà un valore aggiunto alle svariate attività avviate nella struttura, fiore all’occhiello tra i servizi comunali, tra cui il restyling effettuato nell’asilo dai migranti dello Sprar e dagli addetti al servizio civico, l’avvio del progetto frutta che ha ottenuto il consenso delle mamme nel fare abituare i bambini a mangiare sano (frutta e pane locale) al posto dello snak di metà mattino, la presenza di una pediatra in pensione, che fa volontariato e un’attività formativa con il consultorio. La finalità del progetto “Educare per crescere” è l’implementazione della gamma dei servizi attualmente offerti con nuovi ed innovativi servizi ispirati al metodo Montessori; il potenziamento dell’offerta del servizio rivolto ai bambini in fascia 24/36 mesi “divezzi, agevolandone la fruibilità da parte delle famiglie che lavorano (incremento del numero di posti/bambino e delle ore di apertura del servizio e della apertura estiva (luglio/agosto); l’ampliamento del personale educativo sia da un punto di vista quantitativo che di introduzione di nuove figure, quali lo psicologo infantile, il pediatra; favorire la permanenza o il rientro nel mercato del lavoro delle donne ed il mantenimento, in genere, dell’attività lavorativa sia come dipendente che autonomo.

L’assessore alla Cultura Zagara Palermo:” Da quando sono assessore ho sempre guardato all’asilo nido, uno dei servizi che funziona meglio. Questo è un altro tassello che riguarda il miglioramento non solo strutturale- estetico ma anche funzionale del nido, che si aggiunge alle attività poste in essere negli anni. Sono soddisfatta del finanziamento ottenuto e a breve elaboreremo il bando per il reperimento delle figure necessarie”.