mercoledì , Gennaio 27 2021

Mibac, più di un milione per le città del Tardo barocche del Val di Noto

Un milione e 100 mila euro per “Le città Tardo Barocche del Val di Noto”, “Siracusa e Le Necropoli rupestri di Pantalica”, “Villa Romana del Casale di Piazza Armerina”. Lo prevede il progetto finanziato dal Mibac e co-finanziato dalle Regione siciliana che è stato presentato questa mattina nella Sala degli Specchi di Palazzo Ducezio a Noto. Cinque le azioni previste: revisione e adeguamento dei piani di gestione; sistematizzazione delle conoscenze del patrimonio dei Siti Unesco Val di Noto, Villa Romana del Casale e Siracusa-Necropoli di Pantalica, e istituzione del relativo archivio unico; progettazione ed attuazione della comunicazione dedicata; cartellonistica; diffusione della conoscenza del patrimonio Unesco all’interno delle comunità locali e per i visitatori. L’obiettivo è quindi quello di “incrementare la qualità della fruizione dell’offerta culturale e turistica dei Siti Unesco non solo verso i sempre più numerosi visitatori, ma anche nei confronti delle comunità locali, per avviare in concreto quelle attività di gestione e valorizzazione dei territori previste nei singoli Piani di gestione dei siti”. All’incontro hanno partecipato i sindaci e i rappresentanti dei tredici comuni coinvolti (Caltagirone, Catania, Militello in Val di Catania, Modica, Noto, Palazzolo Acreide, Ragusa, Scicli, Piazza Armerina, Cassaro, Ferla, Siracusa e Sortino), che si sono riuniti per condividere la visione strategica e le direttrici operative del progetto.