martedì , Gennaio 19 2021

Piazza Armerina. IIS “Majorana-Cascino” lectio magistralis del filosofo Domenico Massaro

Piazza Armerina. “Nietzsche: la verità nell’epoca della post verità” è il titolo di una lectio magistralis tenuta dal Prof. Domenico Massaro, docente di Logica dell’argomentazione all’Università di Siena e Arezzo, nell’aula docenti del Liceo Scientifico, dell’IIS “Majorana-Cascino”. Il seminario nasce dalla necessità di fare riflettere gli studenti liceali sull’importanza delle competenze ermeneutiche promosse dallo studio della filosofia. Il prof. Massaro, infatti, nella sua produzione scientifica e nella sua lunga e importante carriera accademica ha sviluppato un’idea di filosofia pratica e socratica che sa coniugare l’esercizio del pensiero critico alla dignità del vivere bene. Dopo i saluti della vicepreside Angela Marotta e l’introduzione della prof.ssa Alessandra Tigano, docente di filosofia e presidente del Crif Sicilia orientale, che ha problematizzato il significato scientifico e filosofico della verità dopo Nietzsche, il prof. Massaro ha guidato gli studenti a riflettere sul concetto di postverità, intesa come condizione della postmodernità che rinvia alla caduta delle grandi narrazioni consolatorie di cui si è nutrita tutta l’età moderna. Gli studenti delle classi VB e VC hanno interagito con l’illustre filosofo che ha risposto in modo eloquente agli interventi di Chiara Lucilli, Francesco Ferrara, Salvatore Consolo, Diletta Gennaro, Benedetta Gangi, Cesare Romano i quali hanno problematizzato la questione del disorientamento dell’uomo che nasce dalla tesi nietzschiana della “morte di Dio”. Efficaci i numerosi esempi con cui il prof. Massaro ha sollecitato gli studenti a riflettere sui nuclei più interessanti dell’eredità di Nietzsche che ha aperto il concetto di verità al prospettivismo e al conflitto delle interpretazioni. “Bisogna comprendere – ha affermato il filosofo – che la vita è anche ombra che bussa alle porte della coscienza e chiede di essere compresa. Siamo Luce e Ombra”.

A partire da questa intrigante metafora gli studenti liceali hanno ringraziato il D.S., prof.ssa Lidia Di Gangi, che ha sostenuto questo incontro vissuto all’insegna del dialogo, della parola e del pensiero. “Faremo tesoro – affermano in coro gli studenti – delle competenze filosofiche maturate a conclusione del nostro percorso liceale. Ci ricorderemo sempre la lectio magistralis del Prof. Massaro e, al di là delle nostre scelte universitarie, continueremo a praticare la filosofia come cura per la nostra vita, come ricerca di autentiche posture esistenziali, cosi come ci ha insegnato fin dal nostro primo incontro e con molta passione la nostra guida filosofica, la prof.ssa Alessandra Tigano”.