lunedì , Gennaio 18 2021

Barrafranca: l’Amministrazione Accardi si costituisce parte civile in tutti i processi per i reati di tipo mafioso e di estorsione

Barrafranca: l’Amministrazione Accardi si costituisce parte civile in tutti i processi per i reati di tipo mafioso e di estorsione ed ha deliberato due provvedimenti

delibera 73 del 31.05.2019 oggetto: Condanna agli atti di mafia, di estorsione, di usura e di traffico di droga e autorizzazione alla costituzione di parte civile nei procedimenti penali per i reati sopracitati e per i reati contro la Pubblica Amministrazione.
delibera 74 del 31.05.2019: regolamento per il sostegno alle imprese che hanno sporto denuncia nei confronti di estorsioni e/o usura.

testo della delibera 73

OGGETTO: Condanna agli atti di mafia, di estorsione, di usura e di traffico di droga e autorizzazione alla costituzione di parte civile nei procedimenti penali per i reati sopracitati e per i reati contro la Pubblica Amministrazione.
LA GIUNTA COMUNALE
Premesso che:
numerosi sono gli episodi criminali e delittuosi che si sono verificati nel nostro Comune; Ultimo tra questi l’attentato incendiario ai danni del carabiniere della locale Stazione dei Carabinieri maresciallo Amabiletti
tali atti destano seria preoccupazione nelle Istituzioni e nell’opinione pubblica ma soprattutto forte indignazione e ferma condanna;
Ritenuto che i fatti criminosi e le notizie di cronaca suscitano tra la popolazione un considerevole e giustificato allarme sociale al cui contrasto sono impegnate in prima linea le forze dell’ordine e la magistratura ma anche le istituzioni democratiche, compreso l’ente locale;
Atteso che la criminalità mina la sicurezza del territorio ed il normale svolgimento della vita sociale da parte dei cittadini e degli operatori economici per la loro capacità di ingenerare nella popolazione uno stato di paura e di timore capace di condizionare le proprie abitudini di vita, così come di alterare le normali dinamiche del libero mercato e dell’attività economica;
Considerato che è intendimento e volontà di questa Amministrazione Comunale favorire e promuovere ogni forma di associazionismo ed iniziative che si ispirino ai valori della legalità e dell’antimafia;
Tenuto conto che risulta imprescindibile nell’attività dell’amministrazione affermare e ribadire la cultura e lo spirito della legalità e dell’antimafia cui deve essere ispirata ogni azione pubblica in considerazione anche della forte incidenza negativa dei connessi fenomeni criminali sul tessuto socio economico della realtà locale;
Atteso che è fermo intendimento di questa Amministrazione condannare, contrastare e scoraggiare, in ogni modo e con ogni mezzo ritenuto ammissibile, la possibilità che condotte criminali possano continuare a perpetrarsi e proliferare, con conseguente danno morale, economico e all’immagine per la parte sana ed onesta, quasi la totalità, del tessuto sociale della comunità barrese;
Tenuto conto che i recenti fatti di cronaca raccontano di condotte ed atteggiamenti riferibili a mentalità e costumi di matrice mafiosa, con grave nocumento per tutta la popolazione locale;
Preso atto che la legge n. 190/2012 impone l’adozione di ogni misura idonea a prevenire il rischio di corruzione nello svolgimento delle attività istituzionali dell’ente, intervenendo anche nella formazione e responsabilizzazione del personale, di guisa che si pone come necessaria misura di contrasto l’affermazione che l’amministrazione si costituisca parte civile , a tutela della res pubblica, in tutti i procedimenti penali per reati contro la pubblica amministrazione, reati tentati o consumati contro le Istituzioni e in particolare contro gli organismi posti a presidio della legalità e della sicurezza del nostro territorio;
Considerato che la difesa e la tutela concreta degli interessi della collettività e della res pubblica passa anche attraverso l’effettiva richiesta del risarcimento dei danni materiali e di immagine subiti sia dalla collettività che dall’ente comune, talchè si rende necessario costituirsi parte civile in tutti i processi contro la criminalità organizzata in tutti i procedimenti penali ove il Comune viene individuato quale parte lesa, oltre che in tutti gli ulteriori procedimenti penali riguardanti fatti illeciti ed attività criminali consumati o tentati o ideati nel territorio del Comune di Barrafranca e che ledono la morale e l’immagine della Comunità;
Rilevato che la costituzione di parte civile ha il suo presupposto nel fatto che il Comune intende condannare qualsiasi atto e comportamento di stampo mafioso che arrechi danno alla cittadinanza, al fine di tutelare fattivamente il buon nome e l’immagine di questo Comune e la sua volontà di riscatto morale;
Visto il D.Lgs 267/2000 e s.m.i.;
Visto l’O.R.EE.LL.;
Vista la legge 190/2012 e s.m.i.;
Visto il vigente Statuto Comunale;
Visti gli artt. 76 e 78 c.p.p.;
Visto il parere favorevole di regolarità tenica espressa dal Responsabile del I° Settore;
con voti unanimi espressi per alzata di mano;
DELIBERA
Di condannare fermamente e con forza ogni forma di criminalità presente nel territorio del Comune di Barrafranca;
Esprimere i dovuti ringraziamenti alle forze dell’ordine ed alla magistratura per il lavoro costante di contrasto della criminalità;
Impegnare tutti i funzionari e tutti i dipendenti della struttura burocratica dell’Ente a tenere un comportamento trasparente ed imparziale, che favorisca il corretto e onorevole esercizio delle funzioni ad essi affidate ed a predisporre adeguate misure per prevenire, combattere, denunciare senza indugio condotte che possano influire sulla correttezza e regolarità dei rapporti intersoggettivi ed offuscare l’immagine dell’Amministrazione, nel rispetto del Piano Triennale di Prevenzione della Corruzione e per la Trasparenza 2019/2021;
Dare mandato al Sindaco pro tempore di questo ente di costituirsi parte civile in tutti i procedimenti penali riguardanti i fatti illeciti ed attività criminali della mafia, di usura e del racket consumati o tentati o ideati nel territorio, reati contro la Pubblica Amministrazione, nonchè reati contro gli uomini e le donne delle Istituzioni nell’esercizio delle proprie funzioni al fine di tutelare gli interessi e l’immagine del Comune e dei suoi cittadini;
Impegnare i funzionari tutti perché, sussistendone le condizioni, si possa garantire la costituzione di parte civile nel processo penale;
Trasmettere la presente a tutti i Responsabili di Settore;
Di inviare copia della presente al Presidente del Consiglio ed ai Consiglieri Comunali, a S.E. il Prefetto di Enna, al Procuratore della Repubblica, al Comando dei Carabinieri ed al Comando di Polizia Municipale.
Dare atto che il presente provvedimento non comporta alcun impegno di spesa;
Disporre la pubblicazione del presente atto nella sezione “Amministrazione Trasparente – Atti Generali – Provvedimenti”.


delibera 74
appunti
ritenuto di dovere contribuire all’azione di contrasto al racket e all’usura attraverso i pochi strumenti a disposizione di un ente locale proseguendo nella linea i sostegno a chi si oppone al racket e all’usura.
ritenuto che questa amministrazione intende prevedere interventi agevolati e una fiscalità locale di vantaggio a favore delle imprese che si ribellano al racket e all’usura e che abbiano sporto denuncia nei confronti degli atti criminali compiuti ai loro danni;
ritenuto nell’ambito della podestà regolamentare e nell’esercizio della propria autonomia impositiva di poter definire specifiche fattispecie agevolative e/o di esenzione dei tributi di competenza del Comune ossia tributi in ordine ai quali l’Ente ha poteri di determinazionedelle aliquote ……