venerdì , Gennaio 22 2021

Troina, effettuate 50 visite cardiologiche gratuite dalla fondazione “Danilo Bonarrigo”

Troina. Alla XXII Giornata della prevenzione delle malattie cardiache organizzata dalla fondazione ‘Danilo Bonarrigo’, svolatasi nella mattina di ieri fino alle prime ore del pomeriggio nei locali dell’edificio scolastico Borgo di piazza Antonio Gramsci, sono state eseguite visite cardiologiche gratuite su 50 persone di età compresa tra i 18 e 35 anni. Dagli esiti delle visite effettuate è emerso che 4 persone sono da seguire con attenzione. Il team medico che ha eseguito le visite era composto dalle cardiologhe Gabriella Bosco e Donatella Tempio del Centro Cuore Morgagni di Pedara e dal medico di famiglia Giuseppe Santoro. Hanno coadiuvato il gruppo medico gli infermieri: Pierluigi Cantagallo, Salvo Cutuli, Silvana Di Fini, Anna Maria Giuliano, Giusi Rizzo e Pippo Rizzo. Anche l’operatore scolastico Franco Virzì ha contributo all’organizzazione di questa giornata di prevenzione delle malattie cardiache per aver tenuto aperto il plesso scolastico per tutta la durata delle visite senza percepire alcun compenso e per di più di domenica. La prossima giornata di visite cardiologiche gratuite è prevista per una domenica della prima metà del mese di ottobre rivolta a persone appartenenti ad altre classi di età. E’ molto probabile che la prossima giornata sarà rivolta alle persone di età compresa tra i 45 e 65 anni. Sono questi i soggetti più esposti al rischio di malattie cardiovascolari. Anche le donne in menopausa sono più esposte a questo rischio. Di iniziative del genere la fondazione ne ha fatte anche per la popolazione scolastica dell’Iiss Ettore Majorana e della scuola media statale Don Bosco. Questi screening che la fondazione ‘Danilo Bonarrigo’ fa dal 2003, hanno coinvolto qualche migliaio di persone. E si sono rilevati di grande utilità perché hanno consentito di individuare a tempo, prima che si manifestassero in forma virulenta, quelle anomalie nel funzionamento del cuore che l’8 per cento delle persone visitate non aveva avvertito gli effetti perché la malattia era allo stato latente. La diagnosi precoce, per mezzo di queste visite cardiologiche gratuite, si è rivelata vitale per quelle persone che avevano qualche anomalia cardiaca, ma non avevano avvertito alcun segnale. Anche quando si manifestano e sono avvertiti, questi segnali premonitori sono spesso sottovalutati considerandoli come malesseri passeggeri. Ma a trascurarli, si sbaglia. Una trascuratezza che si potrà rivelare letale.

Silvano Privitera