venerdì , Giugno 18 2021

Enna. Iniziate le manovre elettorali del Sindaco, si dimettono due assessori da Consiglieri comunali

Enna. Mentre ultimamente i due Consiglieri di maggioranza Cesare Fussone e Maurizio Bruno hanno abbandonato l’attuale Amministrazione, e proprio giorni addietro la Consigliera Gaetana Palermo, questa mattina gli assessori della giunta del Sindaco Maurizio Dipietro, Dante Ferrari e Biagio Scillia si sono dimessi dalla carica di Consiglieri comunali, carica alla quale furono chiamati dall’elettorato ennese nel lontano 2015. Con tale atto entreranno a Sala Euno l’Avv. Giampiero Cortese e Maurizio Tornabene
Le dimissioni di Ferrari e Scillia hanno il significato di rilanciare e potenziare la coalizione. Tutta la coalizione dell’attuale primo cittadino sta realizzando un vero e proprio “Partito per Enna”, in vista delle amministrative del prossimo anno.

Sempre stamattina si è riunita la commissione capigruppo, convocata appositamente per fissare un consiglio comunale con all’o.d.g.:
1) Azione a sostegno dei commercianti e delle loro attività, nonché azioni volte alla riqualificazione del centro storico;
2) Stabilizzazione ASU per la quale si dovranno attendere ulteriori tempi (in attesa di questo momento da un ventennio circa);
3) Riorganizzazione dei lavori di manutenzione sulla viabilità;
4) Investimenti per la realizzazione del museo multimediale sul Mito di Kore;
5) Contrattualizzazione dell’ing. Capo (fondamentale per il completamento di numerosissimi lavori pubblici);
6) Nuove assunzioni di personale amministrativo e tecnico, considerato i numerosi pre pensionamenti che condizionano il funzionamento dell’attività amministrativa.
Per volontà dei capigruppo Paolo Timpanaro (PD), Cesare Fussone (gruppo civico)e Cinzia Amato (Mov. 5 Stelle) il tutto è stato rimandato a dopo le ferie.

In contemporanea un comunicato stampa, dal titolo: Squadra che vince, non si cambia!!! a firma di: Campanile Rosalinda, Colaleo Miriam, Colianni Francesco, Contino Giovanni, Comito Francesco, Cortese Gianpiero, De Rose Ezio, Ferrari Dante, Fiammetta Filippo, Firrantello Giusy, Gargaglione Paolo, Gloria Paolo, La Porta Giuseppe, Lo Giudice Emilia, Macaluso Giusy, Marazzotta Ilaria, Russo Salvina, Scillia Biagio, Tornabene Maurizio, Vasapollo Rosario e Vasco Giancarlo, chiede al Sindaco Dipietro di continuare a capitanare questa squadra, unita più di prima, compatta, convinta e pronta a proseguire il lavoro già in corso.
Sarà questa la squadra, che come punto di partenza, si ricandiderà a governare la città alle prossime amministrative, fermo restando l’apertura a tutte le realtà associazionistiche e a tutti i cittadini in forma singola ed associativa che vorranno unirsi in questa corsa per spingere Enna definitivamente fuori dal torpore.
Questo il testo del comunicato stampa:
“Il 17 giugno 2015, la variegata compagine civica a sostegno del candidato Dipietro conquistò il Palazzo di Città in un clima di inedito entusiasmo che spontaneamente riempì le vie cittadine, all’urlo di Enna Libera.
Ci ritrovammo insieme con un unico obiettivo: superare un modello che per svariati anni aveva inabissato la città, nulla aveva prodotto se non una continua mortificazione di tutti gli amministratori e dirigenti politici susseguitisi nel tempo, con la naturale conseguenza di non avere intenzionalmente voluto formare classe dirigente, capace di lavorare nell’esclusivo interesse della città e liberi da ogni forma di condizionamento.
E’ stato un percorso entusiasmante tanto quanto complesso; le tante diversità politiche tra di noi avrebbero potuto rappresentare un ostacolo, invece, sono state un arricchimento, hanno favorito una crescita politica ed amministrativa che ci ha portato a superare qualsiasi incomprensione in nome della crescita della città.
La nostra è stata, è e rimarrà un’esperienza civica aperta a tutti coloro che si sono voluti unire a questo percorso di rinascita, senza nessuno steccato ideologico. Il nostro partito si è sin da subito chiamato Enna e continuerà a chiamarsi Enna, aldilà delle singole sensibilità politiche di ciascuno di noi che nessuno ha mai pensato di rinnegare.
Non basterebbero queste poche righe per elencare i numerosi successi amministrativi che riteniamo siano palesemente visibili e siamo pertanto fieri di avere per prima cosa normalizzato le modalità politico/amministrative di governo della città.
Facciamo un esempio per tutti ? Come criterio di scelta per il rifacimento delle strade rurali, non abbiamo scelto quelle abitate da amici, ma quelle a più alta densità abitativa. Trasparenza ed efficienza sono stati i nostri capisaldi amministrativi.
Per volere riassumere i maggiori successi amministrativi, ci piace ricordare a noi stessi:
– nuova gestione della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti che ha ridato dignità alla nostra Enna;
– completamento dell’iter progettuale ed adozione del PRG dopo appena 25 anni di attesa;
– reperimento di oltre 28 milioni di euro di finanziamenti esterni, frutto di progettazione e collaborazioni professionali;
– interventi per oltre 7 milioni di euro su opere pubbliche ( manutenzione strade, interventi nelle strutture scolastiche e negli impianti sportivi, riqualificazione di aree del centro storico, ecc..);
– creazione del posteggio periferico (zona Pisciotto), con servizio gratuito del bus navetta, che ha ridotto notevolmente l’ingresso in auto nel centro storico;
– rilancio di manifestazioni storico culturali della Città con organizzazione di numerosi eventi durante tutto l’anno;
– impegno su attività socio assitenziali, a titolo meramente esemplificativo, l’assistenza domiciliare agli anziani a cui è stata garantita continuità di servizio da oltre quattro anni, nonché con riferimento agli asili nido comunali, miglioramento del servizio attraverso il prolungamento dell’orario estivo e l’apertura nei mesi estivi. Assume particolare rilevanza l’ambizioso progetto del ‘Dopo di Noi’ con il quale ci candidiamo distretto capofila a livello regionale;
– stabilizzazione degli ex articolisti e di prossima realizzazione dei restanti precari comunali; concorsi per diversi profili professionali da anni mai realizzate;
In questi anni ci siamo spesi quotidianamente per il reperimento di milioni e milioni di euro di finanziamento; un Ente locale non può vivere di risorse proprie, sufficienti appena per la gestione della spesa corrente. Noi abbiamo sognato in grande, abbiamo immaginato di ridare ad Enna quella dignità perduta nel corso degli ultimi decenni e proprio per questo abbiamo inseguito bandi di tutti i tipi e reperito risorse di ogni genere.
Grazie a questo straordinario sforzo la città ha cominciato a cambiare volto e quando si completeranno i progetti di Agenda Urbana, il cui iter è in corso, ritornerà ad essere una Città normale.
Dopo tanto cammino non intendiamo assolutamente fermarci, ma correre sempre più forte, portare a compimento tutti i progetti in itinere e rilanciare sempre più in alto, con questa squadra, oramai collaudata e sempre più compatta che, al di la delle singole appartenenze politiche, ha sempre anteposto il bene comune ed il raggiungimento di importanti successi ammnistrativi a proprie ma pur sempre legittime ambizioni personali. Essere squadra significa proprio questo specie quando la Città necessita di impegno, competenza, dedizione e spirito di servizio”.