martedì , Gennaio 26 2021

Leonfortese, Don Bosco Aidone e Piazza Armerina in promozione

I movimenti negli organici del campionato di Eccellenza e della Promozione hanno migliorato notevolmente la qualità del calcio ennese, che ora si presenterà ai nastri di partenza dei campionati federali con una squadra in serie D (conferma del Troina), una in Eccellenza (Enna Calcio) e ben tre nel campionato di Promozione (Leonfortese, Don Bosco Aidone e Piazza Armerina), probabile che a settembre ci sia il ripescaggio di qualche società ennese nel campionato di prima categoria. L’ufficialità di questi ripescaggi si è avuta ieri, ma già nel mondo del calcio se ne è parlato da diverso tempo con mezze conferme da parte del presidente Lo Presti. Per il Troina la presenza nell’organico del campionato di serie D ormai è una certezza e la squadra sul piano tecnico ha dimostrato di aspirare a posizione di prestigio, ha sfiorato lo scorso campionato i playoff per la serie C. L’Enna Calcio del presidente Grippaudo e di una dirigenza molto attiva ha avuto conferma ufficiale del ripescaggio nel campionato di Eccellenza assieme all’Akragas e va ad occupare giustamente un posto nel maggiore campionato dilettantistico siciliano, lo merita per la efficienza nella gestione della società, per la sua organizzazione e per i risultati ottenuti. Dopo dieci anni l’Enna arriva in un campionato che conta soprattutto sul piano tecnico. Il ds Giovanni Martello si sta muovendo per dare alla squadra e all’allenatore Nicola Cosimano giocatori che siano validi in questo campionato perché ovviamente l’Enna vuole disputare questo campionato da protagonista. Il campionato di promozione parla ennese perché saranno ben tre le squadre che sono state ripescate la Leonfortese, che addirittura si è classificata al primo posto con 87 punti e molto ha fatto la disponibilità per le gare interne del nuovo campo di calcio,tra i migliori in provincia, anche Don Bosco Aidone e Piazza Armerina approdano al campionato di promozione e le tre squadre con l’organico che hanno e che ora stanno rafforzando avranno la possibilità di disputare un campionato. Per la prima categoria se ne parlerà a settembre, ma sicuramente qualche società ennese sarà ripescata (Branciforti ?).
Il S.Anna di Enna del presidente Antonio Tamburella e del tecnico Massimo Greco ha avanzato al Comitato regionale della Federcalcio la richiesta di essere ripescata in prima categoria, tenuto anche conto che ad ottobre potrà utilizzare il campo di Pergusa rinnovato nel terreno di gioco e negli spogliatoi, diventato molto appetibile sotto tutti i punti di vista. Sulla base di questa richiesta la società sta cercando di rafforzarsi sia dal punto di vista della guida tecnica, chiamando a collaborare Massimo Rizza e Mario Scarpello che affiancheranno Massimo Greco nella guida sia della prima squadra che delle squadre giovanili, mentre la dirigenza si sta muovendo nel potenziamento dell’organico in modo da poter varare una squadra che sia nelle condizioni di poter disputare un buon campionato. Il direttivo, presieduto da Antonio Tamburella, si è riunito più volte con i tecnici proprio per programmare l’attività del prossimo anno e sulla base dei risultati ottenuti ha deciso di presentare richiesta di ripescaggio in prima categoria, avendone le qualità per essere ripescata. Oltre al settore tecnico si sta cercando di rafforzare la squadra con elementi che hanno già una certa esperienza, che hanno militato già nelle file dell’Enna Calcio o di qualche altra squadra di serie superiore. Tra gli elementi che il S.Anna ha concluso e sta concludendo ci sono Francesco Petralia (ex calcio a 5), Francesco Riccobene, Nicoclò Varisano che, comunque ancora non hanno firmato, mentre hanno firmato Marco Lo Vullo (ex Calcio Enna), Gabriele e Pietro Mirisola, Samuel Apphia, Ivan Bizzini Simone Riccobene.