martedì , Gennaio 26 2021

Giugliano – Troina 2-0

Gara che inizia con i tigrotti proiettati all’attacco, nei primi 15′ due episodi dubbi con De Vena fermato a tu per tu col portiere per presunte posizioni di offside. Nel secondo caso trova addirittura la via del gol con un bel pallonetto, per il direttore di gara rete da annullare. In precedenza ci prova il Troina con Toure, colpo di testa a lato non di molto sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Non si placa la spinga dei padroni di casa, anche se al 23′ mister Agovino è costretto a rinunciare a D’Angelo che esce per infortunio. I tigrotti nuovamente Giugliano pericoloso, ma Liccardo manda a lato su calcio piazzato. Col passare dei minuti viene fuori anche la formazione ospite, che sora il gol con Fernandez, quest’ultimo servito da Onega viene fermato dal portiere che devia in calcio d’angolo. Nel nale una chance per parte, prima i tigrotti sfondano sulla destra ma trovano l’attento Serenari a sventare, poi gli ospiti conquistano un buon calcio piazzato dal limite ma Saba calcia male. Il primo tempo si chiude dunque a reti bianche. Primi minuti della ripresa scoppiettanti, al 49′ mischia in area gialloblè ma la difesa spazza ed evita il peggio. Al 53′ lampo di Caso Naturale, azione palla al piede e sinistro pazzesco dai venticinque metri che inla all’incrocio dei pali. Esplodono i tifosi di casa, che attendevano con ansia il primo gol in campionato dei propri beniamini. La rete galvanizza gli uomini di Agovino, che al 19′ trovano il raddoppio col bomber Alessandro De Vena, contropiede letale imbastino da Ruggiero e tiro in spaccata del centravanti che non lascia scampo al portiere. Girandola di cambi, poi sono gli ospiti a rendersi pericolosi intorno alla mezz’ora, Fernandez a porta vuota manda clamorosamente a lato, un sigillo che avrebbe riaperto la partita per i siciliani. All’82’ allontanato Agovino, finale che non regala ulteriori sussulti, il Giugliano porta a casa i primi tre punti e si mette alle spalle la brutta sconfitta all’esordi. I siciliani invece fanno un passo indietro rispetto al successo di una settimana fa contro il Messina.