giovedì , Gennaio 28 2021

L’impianto di selezioni rifiuti di Gagliano in mano ai vandali

Gagliano. Si sono spesi circa 3 milioni di euro per realizzare l’impianto di selezione dei rifiuti in contrada Mongemino, ad un paio di chilometri da Gagliano, soldi spesi dall’ex Provincia regionale, che ha anche elaborato il progetto, per essere utilizzato dalle famiglie di Agira, Gagliano e con qualche accorgimento e potenziamento anche da Nissoria e Troina.

Invece l’impianto non è mai entrato in funzione ed oggi si trova in preda ai vandali, che ne hanno incominciato la sua distruzione. I tentativi fatti per farlo entrare in funzione sono tutti falliti ed ora si assiste a questa distruzione senza che si intervenga con efficacia, senza che tutti i sindaci ennesi si impegnino a rimettere in sesto un impianto che potrebbe risultare utile e vantaggioso nella selezione dei rifiuti. Infatti, potrebbero nascere delle piccole imprese locali che andrebbero a lavorare proprio con la selezione dei rifiuti. La preoccupazione è che l’impianto di Gagliano è nelle mani dei vandali che giorno dopo giorno lo stanno distruggendo, portandosi via anche pezzi importanti del meccanismo esistente. I tentativi fatti per rimetterlo in sesto sono falliti anche perché la “curatela fallimentare“ dell’Ato Enna non ha mai affrontato il problema per risolverlo, anzi ha fatto tutto il contrario ed oggi la situazione sta precipitando e si rischia che l’impianto venga perduto definitivamente. Il sindaco di Gagliano, Salvatore Zappulla, ha avanzato una proposta, averlo a costo zero ed il comune di Gagliano impegnerebbe circa un milione di euro per rimetterlo in sesto e far funzionare a pieno regime perché sicuramente potrebbe diventare una risorsa socio-economica per il comune, che avrebbe anche la possibilità di impiegare diversi operai e tecnici ed anche di veder nascere delle piccole imprese per il trattamento dei rifiuti. “Sono pronto a rimettere in sesto questo impianto impegnando dei soldi – ha dichiarato il sindaco Zappulla – ma l’impianto lo vorrei a costo zero. Le possibilità economiche del comune sono scarse, ma sono convinto che far funzionare l’impianto di selezione rifiuti sarebbe sicuramente positivo per il comune di Gagliano”. Si sbloccherà questa situazione? Difficile, ma intanto l’impianto continua ad essere preda dei vandali che lo stanno distruggendo.