domenica , Gennaio 24 2021

Approvato dall’ASP di Enna il progetto covid per i dipendenti

Asp Enna approva con delibera n. 637 del 29 aprile dalla Direzione dell’ASP di Enna la richiesta delle sole OO. SS CISL FP, Cgil, Fials Confsal, Nrsind e Nursing UP sul progetto Covid.
Formalmente richieste con note del 4 aprile e del 7 aprile c.a. il Direttore generale dottor Francesco Iudica e i dirigenti degli uffici preposti hanno immediatamente accolto la proposta dei sindacati in armonia allo spirito di compensare con la busta paga di maggio, con un segno di riconoscenza tangibile e concreto tutti lavoratori impiegati nei percorsi Covid, figure sanitarie tecniche ed amministrative, negoziando un compenso distinto per categoria da CCNL e proporzionale all’esposizione al rischio in aree Covid per ogni singolo turno prestato.
Non vi sarà una erogazione a pioggia ma verranno ringraziati e compensati in modo equo ad personam solo chi ha operato nei percorsi istituzionali Covid e coloro che hanno contribuito affinché tali attività fossero realizzate.
La CISL FP, Cgil Fials Confsal, Nursind e Nursing Up ringraziano ogni lavoratore e l’amministrazione tutta che si è prodigata per far sì che arrivi celermente quanto richiesto. Ringraziano per solidarietà alla Cisl medici, CGIL medici, FEsmed e Aroi per la sensibilità e coesione associandosi senza distinzioni di ruolo.
Tanto anche al fine di potere incentivare il reclutamento di personale idoneo da impiegare nelle aree covid e potere garantire la turnazione a chi da mesi si sta spendendo oltre ogni umano sforzo, comprendendo ogni figura e ruolo ( infermieri, oss , tsrm, ausiliari, autisti, amministrativi ecc) per effettivo turno incrementate per esposizione al rischio.
Inoltre, sarà estesa la indennità di rischio infettivo di cui all’art. 86, CCNL Sanità 2018 a tutto il personale sanitario esposto.
Mentre ancora si discute dell’assegnazione delle risorse di cui all’art. 1 del D. M 11715 del 3 aprile nessuno si è fermato e i primi in Sicilia con questa lodevole iniziativa a compensare giustamente chi si è speso nella eccezionalità del momento. È un bonus concreto un grazie tangibile si lavoratori silenziosi e coraggiosi che sentitamente si desidera esprimere pubblicamente.
Per i restanti lavoratori si procederà a compensare la loro attività tramite la perfomance individuale.
Infine, rammarica e si stigmatizza fortemente sulla condotta di una O.S. che con messaggi vocali estorti, manipolati e veicolati ad arte in modo illecito e spudoratamente difformi dalla oggettiva verità, tra l’altro facilmente riscontrabile e confutabile dalla verifica degli atti, vorrebbe ora personalizzare quanto di lodevole sia stato fatto da altri e dai lavoratori in primis. Stanchi di certe meschinità e non verrà permesso a nessuno di sporcare i sacrifici di quanti si sono spesi per aiutare i degenti nei reparti covid.

CISL FP Giovani Luca Vancheri
Cgil Giovanni Lavalle
FIALS Confsal Salvatore Mancuso Prizzitano
Nursind Milko Pavone
Nursing Up Antonio Scardilli