martedì , Maggio 11 2021

Piazza Armerina. Si è insediata la Commissione Straordinaria di Liquidazione

 Giorno 26 Giugno 2020, si è insediata la Commissione Straordinaria di Liquidazione (nominata con D.P.R. del 9 giugno 2020, ai sensi dell’art. 252 del D. Lgs n. 267/2000). Nella stessa seduta, è avvenuta la nomina del Presidente ed è  stato pianificato il lavoro nell’ambito del potere di autorganizzazione e gli adempimenti preliminari alla rilevazione della massa passiva.

Il 14 Aprile 2020, il consiglio comunale di Piazza Armerina, con delibera n.16, ha dichiarato il dissesto finanziario dell’ente e con decreto del Presidente della Repubblica del 9 giugno 2020, è stata nominata la Commissione Straordinaria di Liquidazione per l’amministrazione della gestione e dell’indebitamento pregresso, nonché di tutti i provvedimenti per l’estinzione dei debiti dell’Ente. Il suddetto decreto è stato notificato al dott. Carmelo La Paglia, eletto all’unanimità Presidente della Commissione, al dott Liborio Nasca e al dott. Alessandro Virgara. L’Organo Straordinario di Liquidazione, ai sensi dell’art. 252, comma 2, del D. Lgs n. 267/2000, deve insediarsi entro cinque giorni dalla notifica del decreto di nomina.

La Commissione ha competenza relativamente a fatti ed atti di gestione verificatisi entro il 31 dicembre 2018 e provvederà alla rilevazione della massa passiva ed attiva. A tal proposito, è stato raggiunto telefonicamente il Presidente della commissione dott. La Paglia il quale ha dichiarato: “Abbiamo  l’esperienza e con intelligenza andremo avanti per occuparci del pregresso dell’Ente, ci occuperemo di tutto il pregresso al 31 Dicembre 2018. Abbiamo già fatto la delibera, la stessa è già stata pubblicata all’albo pretorio del Comune, ed è stato richiesto al vice segretario dell’ente, dott. Gabrieli, di occuparsi dell’avviso ai creditori con la pubblicazione su un quotidiano a diffusione nazionale e ben due online, attraverso un’indagine di mercato. La massa passiva, dovrà essere rilevata entro 180 giorni dal 26 di giugno, quindi entro la fine dell’anno in corso, nel frattempo ci occuperemo della massa attiva”. L’amministrazione comunale, dovrà riversare alla gestione straordinaria di liquidazione, tutte le somme incassate a valere sulla gestione dei residui attivi dal giorno successivo alla data di dichiarazione del dissesto, inoltre, si richiederà formalmente all’istituto tesoriere del Comune di Piazza Armerina l’apertura di un conto speciale di tesoreria per la gestione dei mezzi finanziari occorrenti al risanamento dell’Ente. Il coordinamento delle attività operative a supporto dell’Organo straordinario di liquidazione è stato affidato al Vice Segretario dell’Ente Dott. Paolo Gabrieli e l’esecuzione di quanto statuito con la presente deliberazione al Dott. Alfonso Catalano, Responsabile del Servizio Economico Finanziario del Comune.

A questo punto, si invita chiunque ritenga di avere diritto di credito a presentare, entro il termine di 60 giorni dalla data di pubblicazione dell’avviso all’albo pretorio, prorogabile per una sola volta di ulteriori 30 giorni con provvedimento motivato dello stesso organo, a prendere visione di quanto deliberato e pubblicato all’albo pretorio del comune di Piazza Armerina. La PEC a cui fare riferimento, sarà “osl@pec.comunepiazzaarmerina.it, da attivarsi a cura dei competenti uffici comunali”. Della suddetta delibera, per l’insediamento dell’OSL, verrà data comunicazione anche:

al Prefetto di Enna;

alla Corte dei Conti – Sezione regionale di Controllo per la Regione Siciliana; alla Corte dei Conti – Procura regionale per la Regione Siciliana;

al Presidente del Tribunale di Enna;

al T.A.R. – Sezione Catania;

al Sindaco del Comune di Piazza Armerina;

al Presidente del Consiglio comunale di Piazza Armerina;

all’ Organo di revisione dei conti del Comune di Piazza Armerina;

all’Istituto tesoriere del comune di Piazza Armerina, Credito Valtellinese S.p.A. ­ agenzia di Enna;

al Segretario Generale e al Responsabili dei Settori del Comune di Piazza Armerina.

Anna Zagara