giovedì , Febbraio 25 2021

Troina, consegna attestati corso bls-d e inaugurazione 7 postazioni esterne di defibrillatori h24

Sabato 11 luglio, alle ore 18, in piazza Falcone e Borsellino, la fondazione Danilo Bonarrigo consegnerà gli attestati di formazione e l’autorizzazione all’uso del defibrillatore semiautomatico esterno (dae) automatico ai 149 partecipanti ai corsi svoltisi sotto l’egida dell’Ordine provinciale dei medici chirurgi e odontoiatri di Palermo, ente di formazione accreditato dalla Regione Siciliana, e con il sostegno di quello di Enna a gennaio di febbraio di quest’anno nel centro polivalente Peppino Impastato. La durata della validità dell’autorizzazione all’uso del defibrillatore è di due anni. L’aggiornamento degli operatori autorizzati viene fatto con appositi corsi organizzati dall’ente formatore tre mesi prima della scadenza dell’autorizzazione. La fondazione Danilo Bonarrigo ha fatto domanda all’assessorato della salute della Regione Siciliana per essere inserita nell’elenco degli enti accreditati per l’erogazione dei corsi di formazione validi ai fini del rilascio dell’autorizzazione all’utilizzo del dae ai sensi del decreto ministeriale 10 marzo 2011. I 149 operatori che riceveranno l’attestato, sabato prossimo, sono stati addestrati, nel corso di formazione, a fare anche le manovre di rianimazione cardio-polmonare nella popolazione adulta e nella popolazione in età pediatrica. Nel corso hanno imparato inoltre a fare la manovra di Heimlich per la disostruzione delle vie aree dei bambini. Sono quelle manovre che si fanno su un bambino che rischia il soffocamento da corpo estraneo. Capita che il bambino entra in contatto con piccoli oggetti che, per gioco, si mette in bocca, e si soffoca. Può accadere anche, mentre sta mangiando, quando inghiotte un pezzetto di cibo più grasso del solito che non riesce a inghiottire o a espellere con un colpo di tosse, rischiando così di soffocare. Tutte queste manovre salvavita sono riassunte nell’acronimo bls-d (basic life support-defibrillation). Di operatori addestrati ad eseguire queste manovre di bls-d ce n’è di bisogno di un numero pari al 20 per cento della popolazione di un paese per dire che una comunità è cardioprotetta. A sostenerlo è Francesco Vitale, ex presidente della Società italiana di medicina di emergenza e urgenza pediatrica. L’impegno della fondazione Danilo Bonarrigo nell’organizzare e promuovere questi corsi di formazione Bls-d si spiega con il fatto che, in stretta collaborazione con il comune di Troina, ha realizzato il progetto pubblico accesso al defibrillatore (pad) “Un cuore per Danilo”, che comprende ben 28 defibrillatori di cui 21 collocati, negli anni dal 2010 ad oggi, all’intero di scuole, uffici pubblici, impianti sportivi, strutture residenziali per anziani, casa di accoglienza, e 7 collocati all’esterno retti da totem e conservati in teche termoregolate disponibili 24 ore su 24, che saranno inaugurati sabato. I 7 defibrillatori esterni sono collocati in: piazza Conte Ruggero, piazza Antonio Gramsci, piazza Falcone e Borsellino, piazza Giacomo Matteotti, via Nazionale (di fronte la farmacia Scollo), via Vittorio Emanuele (di fronte l’ex convento del Carmine) e in via Cesare (vicino la cabina Enel).

Silvano Privitera