mercoledì , Gennaio 27 2021

Aidone. Congresso regionale del Pd si apre nell’agorà di Morgantina con la proclamazione di Barbagallo

Aidone. Una sintesi tra passato, presente e futuro per dare un “nuovo corso” al Partito. Con questo spirito, il Pd celebra la conclusione del congresso regionale, ad Aidone, pronta ad accogliere, con la ospitalità che la contraddistingue, i lavori congressuali, alla presenza dei maggiori esponenti del Pd siciliano e nazionale, tra cui Nicola Zingaretti. Tra gli altri anche il Ministro per il Sud e la coesione territoriale Peppe Provenzano, il Ministro per gli Affari regionali e le Autonomie Francesco Boccia, deputati nazionali e regionali. Il congresso, dopo gli oltre 300 congressi dei circoli e delle assemblee provinciali svolti, si apre domani, alle 10,30, nell’agorà di Morgantina, luogo/simbolo della democrazia greca, dove dialogo e confronto hanno animato per secoli la piazza della città. Qui ci sarà la proclamazione del segretario regionale Anthony Barbagallo da parte dell’assemblea dei delegati, le conclusioni del segretario nazionale Nicola Zingaretti e del ministro per il Sud Provenzano. Il segretario provinciale del Pd Vittorio Di Gangi: “Siamo soddisfatti che il congresso regionale si svolga nella nostra provincia. E’ l’inizio di un nuovo corso ed è un grande riconoscimento a questo territorio e a tutti i militanti ed iscritti della Federazione ennese. Torniamo ad essere centrali nella scena politica nonostante i 4 lunghi anni di commissariamento e di blocco forzato. Lo svolgimento del congresso ad Aidone e nell’area archeologica di Morgantina dimostra quanto il tema del patrimonio e del turismo siciliano ci sta a cuore, non volendolo lasciare nelle mani della Lega di Salvini che da sempre lo ha disprezzato”. Corposo il programma con incontri, dibattiti, confronti che si svolgeranno, in contemporanea, in diversi luoghi/simboli del centro storico di Aidone, tra cui il museo archeologico. Anthony Barbagallo:”Il Pd in Sicilia vuole ripartire proprio nelle piazze, tra le persone nel segno di un ritrovato entusiasmo, recuperando i valori fondanti del centrosinistra, dal lavoro ai diritti, per andare avanti insieme all’insegna della passione politica di sempre. Le ripartenze sono sempre molto difficili, bisogna far tesoro delle esperienze e degli errori del passato e puntare al cambiamento cercando soluzioni valide ai problemi con senso di responsabilità”. Tra gli appuntamenti di domani, alle 15, nella chiesa di San Domenico, l’Assemblea dei segretari di circolo, presieduta da Alberto Losacco con l’intervento di Nicola Oddati, coordinatore della segreteria nazionale del Partito Democratico. Alle 19:30, nel piazzale della Biblioteca comunale, un confronto su ”Sanità ed emergenza Covid:la Sicilia merita di più”, moderato da Elvira Terranova. Domenica, i lavori inizieranno alle 9:30, al teatro Cordova, con il “forum degli amministratori locali”; a seguire (11:30), tavolo su” Rifiuti e plastic free. Ambiente noi vogliamo salvarlo così”. Contemporaneamente, alle 9:30, alla Biblioteca comunale, diversi argomenti saranno al centro dei dibattiti curati dai Giovani Democratici. Alle 10:30, al museo archeologico, dibattito su “Fonti di energia ed inquinamento, città ad impatto zero” e a seguire saranno discusse altre tematiche. Tra gli appuntamenti previsti: dalle 11:30, a San Domenico, incontro-intervista con il ministro per il Sud, Peppe Provenzano. Alle 13, conclusioni del congresso affidate a Barbagallo. L’attenzione del segretario regionale nella scelta di Aidone per la conclusione del congresso regionale del Pd rappresenta un’importante opportunità per un “nuovo corso” della stessa città di Aidone, con il suo notevole patrimonio storico/archeologico/culturale, paesaggistico, e con una tradizione enograstronomica che si riflette nella cordialità e nel calore della gente del posto. Carmelo Lombardo, segretario del Pd locale: ”Il circolo di Aidone esprime soddisfazione e anche orgoglio per la scelta del segretario regionale di svolgere il congresso regionale ad Aidone nella certezza che la città coglierà l’occasione e sarà una splendida cornice per l’inizio del nuovo corso del Partito democratico con Anthony Barbagallo segretario”.

Angela Rita Palermo