lunedì , Aprile 12 2021

Bruciano i boschi a nord di Piazza Armerina, minacciate abitazioni e l’ospedale


Emergenza incendi – Piazza Armerina (EN).
Oltre 50 volontari della protezione civile siciliana, 3 elicotteri e un canadair, insieme con vigili del fuoco e forestale stanno domando numerosi incendi nell’ennese.
Da alcune ore si sono sviluppati diversi fuochi nei boschi alla periferia nord di Piazza Armerina, in contrada Bellia. Le fiamme minacciano case e l’ospedale Chiello.
Altro incendio di elevata vastità, lambiva abitazioni e terreni in contrada Piano Marino, l’incendio si è poi spostato, a causa del vento, nelle contrade Candilia e Piano Cannata.
Grazie all’intervento rapido di spegnimento interforze forestale, VVF e protezione civile della presidenza della Regione, non sussistono ad ora rischi per la popolazione a meno di variazione dei venti. Il presidente Musumeci è costantemente informato dal dirigente denerale Salvo Cocina.
Il capo della protezione civile siciliana, in contatto con il sindaco Cammarata e il prefetto di Enna, ha inviato numerosi mezzi dotati di moduli antincendio e squadre di volontari di protezione civile dalle città più vicine delle province di Agrigento, Caltanissetta e Catania a supporto dei vigili del fuoco, della forestale e delle altre associazioni di volontariato di Piazza Armerina, già operative. Il DG ha inviato funzionari del dipartimento sui luoghi e al vertice che si sta tenendo in comune.



aggiornamento:
E’ migliorata solo nella serata la situazione a Piazza Armerina dove sono stati cinque i punti in cui sono scoppiati gli incendi. Dieci famiglie sono state sgomberate per le fiamme che sono arrivate in alcune contrade circondate “Era già pronta una struttura alberghiera dove ospitare gli sfollati. In serata invece è stato possibile farli rientrare nelle loro abitazioni”, dice il sindaco Nino Cammarata. Danneggiate gravemente alcune aziende agricole. “Stiamo verificando se sono morti anche gli animali. Cinque incendi che partono insieme non possono che essere dolosi. Qui si tratta di criminali in azione”, aggiunge il sindaco.