venerdì , Febbraio 26 2021

Aggregazione sede di Agira del Liceo Linguistico “A. Lincoln” di Enna all’Istituto “F. Fedele” di Agira

Il 18 gennaio 2021 si è tenuto incontro promosso dall’Assessorato Regionale all’Istruzione e alla Formazione Professionale, nel quale è emersa la preoccupazione in merito a quanto deliberato dal tavolo tecnico provinciale, che su proposta del Dirigente dell’ambito Territoriale di Caltanissetta ed Enna, ha deliberato di volere procedere ad una aggregazione della sede di Agira del Liceo Linguistico “A. Lincoln” di Enna all’Istituto “F. Fedele” di Agira. “Tale decisione appare totalmente contraddittoria rispetto a quanto proposto dallo stesso Dirigente in occasione dell’ultimo incontro tenutosi con le OO.SS. e con i Dirigenti Scolastici della provincia di Enna in data 19/11/2020, incontro promosso per definire e presentare il piano di dimensionamento della rete scolastica provinciale per l’anno scolastico 2021/2022 al tavolo Tecnico della Provincia. Nell’incontro fu comunicato dallo stesso Dirigente dell’Ufficio Territoriale di voler intervenire esclusivamente sulle scuole sottodimensionate, e affrontare in anni futuri la riorganizzazione degli indirizzi di studio e la razionalizzazione dei plessi scolastici. La scelta operata dal Tavolo tecnico provinciale di “spacchettamento” dell’IIS Lincoln di Enna risulta essere irrazionale e incomprensibile. Atteso che l’IIS “A.Lincoln” di Enna risulta essere normo-dimensionato e quindi non suscettibile di una procedura di dimensionamento, appare incomprensibile la motivazione addotta dal Dirigente dell’Ambito Territoriale che ritiene, a suo parere, che: “l’IIS Lincoln di Enna è in una situazione anomala in quanto le due sedi ricadono in due ambiti territoriali scolastici diversi e la loro distanza determina la composizione di cattedre a volte scomode per i docenti con un oggettivo danno per la qualità della didattica”. Ciò che crea stupore è che annualmente il MIUR, attraverso la definizione degli organici da parte degli Uffici Scolastici Territoriali, costituisce con regolarità cattedre tra scuole di diverso comune e di ambiti territoriali, a volte, lontani tra loro. A parere delle scriventi, appare alquanto illogico sottrarre la sede di Agira all’IIS Lincoln di Enna per assegnarlo ad una Istituzione Scolastica, il “Fortunato Fedele”, che è anch’esso costituito con plessi dislocati in quattro comuni: Agira, Regalbuto, Centuripe e Gagliano C/to. Capita frequentemente che ad un Docente nominato presso l’IIS F. Fedele di Agira sia assegnata, a posteriori, una cattedra in uno dei plessi ubicati in un comune diverso rispetto a quello della presidenza. L’aggregazione forzata della sede di Agira dell’A. Lincoln con il Fortunato Fedele, peraltro, comporterebbe un non razionale riequilibro numerico, e renderebbe quasi sottodimensionata la sede di Enna con 591 alunni, mentre la sede aggregante avrebbe una popolazione superiore a 800 alunni. Il rischio è di perdere il patrimonio storico, culturale ed identitario accumulato nel corso di decenni con l’istituzione Liceo Linguistico di Enna e la sua sede associata di Agira. A decorrere dall’anno scolastico 2012/2013 l’allora Liceo linguistico provinciale A. Lincoln di Enna venne trasformato in Liceo linguistico statale “A. Lincoln” di Enna con sede associata di Agira, al fine di assicurare continuità e qualità del servizio scolastico diretto all’utenza del territorio di riferimento, rispondendo ai bisogni educativi della stessa e al contempo garantirne la stabilità nel tempo, evitando cosi che la popolazione scolastica emigrasse negli indirizzi simili in altre province. La sede di Agira, divenuta statale, ha sempre lavorato in sinergia con quella di Enna e ha reso un ottimo servizio all’utenza e al territorio, testimoniato dalla continua crescita del numero degli studenti. Tutto l’impianto organizzativo e didattico è stato concepito in funzione dell’unitarietà dell’Istituzione Scolastica, in considerazione anche della peculiarità storica dell’Istituto che è stata salvaguardata nelle sue caratteristiche fondamentali. Per questo motivo le OO.SS della provincia di Enna esprimono il loro netto dissenso alla proposta dell’Ufficio Scolastico Provinciale e confidano in una scelta dell’ Assessorato Regionale rispettosa della norma e della identità delle scuole e dei territori. Una diversa determinazione creerebbe notevole disagio alle famiglie e ai ragazzi essendosi già conclusa la fase dell’orientamento”. Questo ribadiscono, FLCCGIL CISL SCUOLA UIL SCUOLA SNALS/CONFSAL Giuseppe Miccichè, Fabio Russo, Michele Sollami e Tiziana Mercato