lunedì , Dicembre 6 2021

Parco Archeologico Morgantina e Villa Romana. Assessore Samonà avvia procedure per costituzione comitati tecnico scientifici

L’assessore Samonà sembrerebbe essersi messo al lavoro per chiudere il cerchio dell’organizzazione dei parchi Siciliani, ha infatti avviato le procedure per la costituzione dei comitati tecnico scientifici. Nella lista troviamo anche il parco Archeologico di Morgantina e della Villa Romana del Casale.

Dopo quasi due anni di commissariamenti, l’assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità siciliana, Alberto Samonà, ha avviato le procedure per la costituzione dei “Comitati tecnico-scientifici” dei parchi archeologici siciliani, dando mandato agli uffici di procedere nell’attuazione delle norme vigenti in materia.

Si procederà nel più breve termine a costituire i comitati dei seguenti parchi: Parco Archeologico di Gela, Parco Archeologico e Paesaggistico di Catania e della Valle dell’Aci; Parco Archeologico di Morgantina e della Villa Romana del Casale; Parco Archeologico delle Isole Eolie, Parco Archeologico di Naxos – Taormina; Parco Archeologico di Tindari, Parco Archeologico di Himera, Solunto e Monte Iato, Parco Archeologico di Kamarina e Cava d’Ispica, Parco Archeologico di Siracusa, Eloro, Villa del Tellaro e Akrai, Parco Archeologico di Leontinoi, Parco Archeologico di Selinunte, Cave di Cusa e Pantelleria, Parco Archeologico di Segesta, Parco Archeologico Lilibeo-Marsala.”

I comitati tecnico-scientifici sono organismi che espletano funzioni fondamentali rispetto a bilancio, regolamenti, programma annuale e triennale di attività, nonché sulle scelte inerenti gli interventi da eseguire all’interno del perimetro del parco archeologico e da parte del parco stesso ma, soprattutto, sono i luoghi di coinvolgimento dei territori, di esperti del settore e delle migliori energie del mondo culturale all’interno del sistema dei parchi.

La scelta che ho fatto – sottolinea l’assessore Samonà – esprime la volontà di dare il via a una stagione che riconosca il ruolo di comuni, università, fondazioni e associazioni culturali e ambientali di rilevanza nazionale, ponendo fine a quella dei commissariamenti. È un atto che trova fondamento nella legge e che esprime una precisa volontà del Governo Musumeci e, al contempo, incarna un punto fondamentale dell’identità politica che ispira la mia azione all’interno della giunta regionale: una politica che vede negli enti locali, eletti direttamente dai cittadini, e nella società civile, interlocutori essenziali per costruire le scelte di governo”.

“Il coinvolgimento diretto dei sindaci sul cui territorio insistono i parchi – conclude l’assessore dei Beni culturali e dell’Identità Siciliana – mira, in questo senso, a rendere il parco archeologico sempre più espressione della vita del territorio, non mero luogo di conservazione, ma spazio di identità vissuta e vivente, realtà che coniughi al presente il dovere di preservare il nostro meraviglioso patrimonio culturale e paesaggistico, rendendolo fruibile al mondo, sapendo, al contempo, diventare motore di sviluppo e di innovazione al servizio dei siciliani”.

L’ultima parte del comunicato  però, dà seguito a mere riflessioni, almeno per il parco della Villa Romana del Casale. I sindaci coinvolti direttamente, “devono rendere il parco espressione della vita del territorio non mero luogo di conservazione”, e di certo per Piazza Armerina non sarebbe un problema, vedi feste e concerti svolti al suo io interno; allo stesso tempo, hanno il dovere di preservare il patrimonio culturale e paesaggistico. Ma se si usfruisce del parco, e non per come intenderebbe l’assessore, bensì per come è stato fatto in precedenza dall’amministrazione con la complicità del direttore, di certo si renderà fruibile ma se ne preserverà con difficoltà il patrimonio, a prescindere da quello paesaggistico che è meraviglioso già di suo.

Anna Zagara

A far data dal  15 febbraio e fino al 28 febbraio 2021 i seguenti siti saranno aperti, dal lunedì al venerdì, con il seguente orario:

apertura

Ultimo ingresso

chiusura

Area archeologica della Villa Romana del Casale a Piazza Armerina

9:00

16:00

17:00

Museo Regionale di Aidone

Museo regionale interdisciplinare di Enna

Area archeologica di Morgantina

9:00

13:00

14:00