venerdì , Luglio 30 2021

Fp Cgil: quarta condanna per condotta antisindacale al Comune di Enna

La collezione del sindaco Dipietro e del suo Dirigente Lipari Letterio si arricchisce di un altro gioiello, la quarta condanna per condotta antisindacale.
Il giudice del lavoro di Enna dr.ssa Daniela Francesca Balsamo, ha accolto il ricorso ex art. 28 legge n. 300/70 della Fp Cgil di Enna, rappresentata e difesa dall’Avvocato Mario Lo Manto, dichiara l’antisindacalità della condotta posta in essere dall’ente resistente costituita dall’omessa informazione/concertazione sindacale rispetto all’adozione della delibera n.117/2019, che introduce “procedure selettive riservate al personale interno”, per l’effetto, ordina al Comune di Enna, la cessazione del comportamento illegittimo e la rimozione degli effetti lesivi mediante annullamento della stessa delibera con effetto ex nunc e condanna il Comune di Enna alla rifusione delle spese di lite liquidate in complessive € 1.080,00 oltre a spese generali ad IVA e CPA secondo legge.
La quarta condanna per condotta antisindacale evidenzia la condotta lesiva nei confronti del sindacato e delle relazioni sindacali utilizzata come metodo di governo delle politiche del personale.
L’amministrazione Dipietro dovrà pagare per l’ennesima volta le ingenti spese legali, denari della comunità ennese, sottratti ai servizi dei cittadini.
Il dirigente Lipari Letterio responsabile delle condotte antisindacali seriali che hanno arrecato danno economico, con conseguente danno erariale al Comune finora non è stato chiamato a rispondere dell’esborso finanziario subito dall’ente, secondo il principio espresso dalla Corte dei Conti, sez. giur. Sicilia, con la sentenza n. 377 depositata il 27 aprile 2018.
Ci si chiede quali sono le ragioni per il quale il dirigente Lipari Letterio ricopre ancora l’incarico.
Auspichiamo che questa sentenza, che riafferma ancora una volta le regole democratiche e la centralità del confronto, sia da monito per il pieno rispetto delle norme contrattuali poste a salvaguardia delle prerogative sindacali che costituiscono il perno per la piena tutela dei lavoratori del Comune che rappresentiamo e della cittadinanza.
La Fp Cgil rivolge un appello alle forze politiche del consiglio comunale di assumere iniziative a tutela delle Istituzioni democratiche.
La Fp Cgil di Enna, stante l’attuale sistema che elude le relazioni sindacali, il rispetto del CCNL e delle norme vigenti si riserva di porre in essere tutte le iniziative che riterrà opportune e con il suo legale Avv. Mario Lo Manto verificheranno le azioni legali per interrompere questo stato di cose.
La Fp Cgil di Enna da sempre a tutela dei diritti dei lavoratori.
comunicato stampa a firma di:
Il Segretario aziendale Antonio Rubino
Il Segretario Prov. Fp Cgil Enna Fp Cgil Enna Giovanni Lavalle