martedì , Luglio 27 2021

Leonforte – Nissoria: bruciano i Picinosi

Incendio leonforteNel pomeriggio un incendio partito da Cda Fontanelle si è rapidamente propagato in Cda Picinosi, lambendo pericolosamente le molte case abitate, specie nel periodo estivo. Dopo l’incendio di Cda Pianetti e Cda Perciata in località assorina è toccato a Nissoria e prima le fiamme avevano bruciato le campagne agirine, troinesi e gaglianesi. Da anni l’estate siciliana è caratterizzata dagli incendi dolosi, non c’è area che sia stata risparmiata dai piromani, domandarsi perchè è inutile, le risposte sarebbero molte e poco consolatorie. Oggi i Vigili del Fuoco, i forestali, le forze dell’ordine e la Protezione Civile nissorina sono riuscite con le difficoltà, dovute ai pochi mezzi e ai diversi e distanti punti interessati, a contenere le fiamme, ma l’inaccessibilità dei luoghi, il vento e il caldo hanno devastato in poco tempo ettari di macchia mediterranea. L’intervento dell’elicottero ha contribuito a spegnere il fuoco laddove gli uomini non potevano, ma le troppe zone non pulite dalle sterpaglie hanno agevolato le fiamme.  Imprecare contro chi appicca i fuochi è infantile, evocare la legge che impone la pulizia dei fondi e l’inedificabilità per dieci anni dei terreni percorsi da fuoco è poco persuasivo, che resta? Sensibilizzare gli stessi proprietari dei terreni a pulire e pretendere eguale solerzia dai vicini sembrerebbe  la sola via percorribile. E allora percorriamola.

Gabriella Grasso