venerdì , Luglio 1 2022

Villarosa premiato il prof. Luigi Di Franco con la targa “La Rosa della Cultura”

In concomitanza con la Festa della Repubblica, nel Comune di Villarosa il Sindaco dott. Giuseppe Fasciana ha premiato il prof. Luigi Di Franco con la targa “La Rosa della Cultura” per la sua produzione ed attività di saggista, scrittore e poeta. La Targa Premio è stata attribuita l’8 settembre 2021 giornata mondiale della cultura ed a causa della pandemia covid è stata consegnata il 2 giugno 2022 presso il Comune di Villarosa. Il prof. Luigi Di Franco, già docente di filosofia e storia nei licei statali, ha insegnato a Enna, Ragusa ed a Piazza Armerina per 25 anni, è figlio della città di Villarosa dove è nato e vive. Nel consegnare la Targa, il Sindaco ha brevemente delineato le molteplici qualità culturali dello scrittore Luigi Di Franco che nel tempo ne hanno confermato il valore come intellettuale e storico che fa onore a Villarosa, sua città natale, ed alla terra di Sicilia. Infatti, plurilaureato in Filosofia, Storia contemporanea e Scienze religiose, è stato in quanto dottore di ricerca in Storia contemporanea anche assistente universitario nel Dipartimento di scienze politiche dell’Università di Catania. Autore di circa quaranta opere storiche, filosofiche, letterarie e poetiche, ha pure conseguito molteplici riconoscimenti in premi nazionali e internazionali onorando sempre la sua terra natale Villarosa a cui ha pure dedicato opere storiche e di poesia. Il prof. Luigi Di Franco, con un suo breve intervento, nel ringraziare per il riconoscimento onorifico ricevuto dal Comune ha messo in luce il valore civile, sociale e religioso della città di Villarosa. Riferendosi alla sua città ne ha delineato il valore come terra di pensatori e poeti che nel corso dei 260 anni dalla fondazione feudale hanno visto la città sposare la vita e l’attività di uomini e donne che a Villarosa hanno potuto vivere nelle attività agricole e minerarie trovando i valori della vita. Per la coesistenza tra sua vasta produzione scientifica e molteplici riconoscimenti con la sua vita ritirata nell’interno dell’isola lo scrittore ha ricordato di essere stato paragonato allo storico e scienziato messinese del ‘500 Francesco Maurolico o al filosofo modicano del ‘600 Tommaso Campailla. Il professore Luigi Di Franco ha richiamato come in lui il razionalismo, sia nel sapere filosofico che letterario e storico, ha sempre trovato nella memoria di luoghi, persone ed eventi della sua città natale un conforto del cuore, perché sino a poco tempo addietro la società di Villarosa è sempre stata culla di tradizioni legate al linguaggio mediterraneo di un popolo che si è reso protagonista solidale e creativo nelle varie vicende della storia di Sicilia. Infatti Villarosa, terra di eroi dello spirito e testimone pensante del valore della poesia, come luogo del cuore è sempre stata in passato generosa nel nutrire e difendere ogni identità umana di modo che ciascuno potesse raggiungere la conoscenza della verità della vita. Infatti anche in ciò che sembra marginale e non funzionale il canto del pensiero e il valore dell’amore hanno rinnovato nelle varie contrade di Villarosa, quasi come petali di una rosa, la culla del regno materno della vita.
Giacomo Lisacchi