lunedì , Agosto 8 2022

On. Luisa Lantieri: Area Interna di Troina esclusa dal riparto dei 172 mln di euro per la nuova SNAI

On. Luisa Lantieri: Area Interna di Troina, esclusa dal riparto dei 172 milioni di euro per la nuova SNAI, i fondi del PO-FERS

“Va bene il piano di riparto di 172 milioni di euro però adesso si pensi all’area interna di Troina”, commenta così la deputata regionale di FI, Luisa Lantieri, il riparto finanziario di 172 milioni di euro destinati alle 43 nuove Aree Interne, che ha fatto la conferenza Stato-Regioni. Tra le 43 nuove Aree Interne ce ne sono tre che ricadono in Sicilia: Corleone, Bronte e Mussomeli. Questo vuol dire che all’Area Interna di Troina non arriverà neppure 1 euro di quei 172 milioni. “Quella di Troina è in attesa dei fondi della programmazione regionale e adesso non c’è più tempo da perdere”, aggiunge Lantieri. Su questo punto bisogna fare chiarezza perché ci sono alcune cose che non quadrano. Vediamole. In vista della nuova stagione della Strategia Nazionale Aree interne (SNAI), la Regione Siciliana individua altre 9 Aree Interne tra le scegliere quelle da aggiungere alle 5 Aree Interne della stagione precedente. Non usa il termine Aree Interne nel Documento strategico per la programmazione regionale, ma quelle di Aree in peculiare ritardo di sviluppo. Applicando dei criteri di valutazione (numero di comuni, popolazione, variazione demografica, livello di marginalità, indice di vecchiaia, quota di comuni montani e quota di comuni inclusi in Unioni di Comuni), la Regione Siciliana, in base ad un punteggio medio, compila la graduatoria nella quale l’Area in peculiare di sviluppo di Troina, che comprende 14 comuni con una popolazione complessiva di 84319 abitanti al 2020, è posizionata al secondo posto con il punteggio medio di 6,33, subito dopo quella di Corleone (punteggio 8,67) e prima di quelle di Bronte (6,17) e Mussomeli (5,50). Gli altri comuni dell’Area Interna di Troina sono: Agira, Assoro, Calascibetta, Catenanuova, Cerami, Gagliano Castelferrato, Leonforte, Nicosia, Nissoria, Regalbuto, Sperlinga, Valguarnera Caropepe e Villarosa. Al momento del riparto finanziario del 172 milioni, l’Area interna di Troina si ritrova al 4° posto scavalcata dalle Aree Interne di Corleone, Bronte e Mussomeli rimanendone però esclusa. Perché? Avranno rifatto la graduatoria e si saranno accorti di aver fatto degli errori? E’ probabile che sia avvenuto tutto questo, ma bisogna che chi se n’è accorto prima e poi rimediato, lo dica. Alla fine della fiera, le Aree Interne di Corleone, Bronte e Mussomeli sono state integrate nella Strategia Nazionale Aree Interne mentre “per l’Area Interna di Troina si procederà – come leggiamo nel comunicato stampa dell’assessore all’economia Armao – con l’utilizzo delle risorse della programmazione regionale”. E’ questo che fa dire alla deputata Elena Pagana che “c’è stata in questi anni una costante attenzione sulla questione dell’area interna di Troina, che finalmente è stata istruita” e che ciò “permetterà di accedere a tutte le misure e risorse della programmazione regionale”. Per il sindaco di Troina, Fabio Venezia, i 14 comuni dell’Area Interna di Troina hanno parametri e indicatori coerenti con la SNAI e la loro “esclusione non fermerà in ogni il percorso avviato dai sindaci in questi mesi anche alla luce delle risorse per le Aree Interne previste dal Programma Operativo – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (PO-FERS)”.
Silvano Privitera