giovedì , Febbraio 25 2021

Piazza Armerina. Crocetta avalla l’apparentamento del Megafono alla coalizione di Prestifilippo

Piazza Armerina. Dopo una lunga notte ed una intensa mattinata di mediazioni e di trattative a 360 gradi, per coinvolgere in un progetto comune le forze politiche del centro sinistra, nelle prime ore del pomeriggio di domenica il quadro degli apparentamenti ha riconfermato gli accordi di sabato ed ha fatto emergere delle novità.
Ieri mattina Loredana Longo in rappresentanza del presidente della Regione Sicilia, Rosario Crocetta, delegata per gli apparentamenti della lista Il Megafono si è recata a Piazza Armerina di buon’ora sviluppando una serie di incontri finalizzati a ricondurre presso una casa comune il Pd, il Megafono e l’Udc che a livello regionale rappresentano l’alleanza politica a sostegno del presidente Crocetta. L’Udc attualmente a Piazza fa parte della coalizione che sostiene Miroddi e dunque avrebbe potuto rappresentare il filo conduttore per la ricomposizione in città del quadro politico regionale. La delegata ha dichiarato per conto del presidente Crocetta di voler dialogare a condizione di un coinvolgimento comune di Pd e Megafono nella medesima intesa. Nel corso dei confronti è emersa chiaramente la indisponibilità alle trattative di apparentamento ufficiale da parte delle liste civiche e dell’Udc, ossia le forze che sostengono Miroddi. Inoltre nella tarda mattinata il presidente Crocetta, nel corso di una lunga telefonata, ha personalmente preso atto del rifiuto di Miroddi al dialogo tanto nei confronti del Pd quanto del Megafono. Pertanto il presidente Crocetta ha invitato il Pd ed il Megafono a raggiungere una intesa politica superando le vecchie incomprensioni, e per salvaguardare l’unità delle due forze politiche ha avvallato l’apparentamento della coalizione di Ranieri Ferrara, formata dalla lista del Megafono e dalla lista Ranieri Ferrara Sindaco, con la coalizione che sostiene la candidatura di Maurizio Prestifilippo. Il segretario della locale sezione del Pd, Gianfranco La Porta, presente nelle varie fasi delle trattative, ha preso atto della impossibilità di sancire un apparentamento anche con il Pd a causa di motivi tecnici e della mancanza di tempo per poter decidere. Il segretario del Pd ad ogni modo ha avviato l’apertura del dialogo amministrativo per il bene della città con il candidato sindaco Maurizio Prestifilippo. A garantire la continuità di tale dialogo su indicazione del presidente Crocetta sarà il Megafono che ieri, presso l’ufficio elettorale del Comune di Piazza Armerina, tramite la delegata Loredana Longo, ha definitivamente sottoscritto il documento di apparentamento tra la coalizione di Ferrara e quella di Prestifilippo.
“Quanto accaduto quest’oggi –ha dichiarato Ferrara- sancisce la compiuta democrazia e la libera determinazione delle forze politiche di Piazza Armerina. Nessun diktat ennese, nessuna imposizione palermitana ma la scelta consapevole e condivisa tra il Megafono ed il suo presidente Crocetta di un rafforzamento del progetto di governo di Maurizio Prestifilippo per il miglior governo della nostra città. La telefonata finale tra il presidente Crocetta e il candidato sindaco Prestifilippo suggella la rinnovata attenzione di Crocetta verso Piazza e verso la nostra azione al servizio dei piazzesi. Con l’impegno reale a ricercare il dialogo democratico con il Pd nell’interesse comune della comunità piazzese”.
Marta Furnari