martedì , Maggio 11 2021

Aidone (EN)

Aidone_-VenereAidone con il suo centro storico, il “Museo Archeologico” la notevole cittadella archeologica di Morgantina costituisce una meta turistica di grande interesse, che incontra il gradimento di chi sa apprezzarne il meraviglioso patrimonio culturale, il ragguardevole patrimonio naturalistico, la capacità di accoglienza della sua popolazione.

Aidone, sorge sui monti Erei, a 850 mt circa sul livello del mare, a 35 Km da Enna e a 9 km da Piazza Armerina. Ricca di boschi e di piante rare, col suo Belvedere si affaccia su un vasto ed incantevole paesaggio.

Da visitare il Museo Archeologico ospitato nel secentesco Convento dei Cappuccini, che espone i reperti della vicina Morgantina, la quattrocentesca chiesa di San Domenico dall’originale facciata bianca con bugnato a punta di diamante, la Chiesa Madre, dal magnifico portale del Duecento, la chiesa di santa Maria la Cava di origine normanna, le deliziose chiesette della Madonna delle Grazie e di Sant’Antonio Abate, la cinquecentesca Chiesa di Sant’Anna con il toccante Crocifisso attribuito a Frate Umile da Petralia e, poco discosta, la chiesa di San Giovani dei Templari. Dominano su tutto i ruderi del castello normanno, il Castellaccio, dal cui pianoro si gode un panorama mozzafiato a 360° sulla Piana di Catania e l’Etna e sui monti Erei.

Nei pressi di Aidone c’è uno dei siti archeologici più interessanti di tutta la Sicilia: il parco archeologico di Morgantina che presenta una città ellenistica nella sua interezza, gli edifici pubblici che gravitano intorno e sull’agorà, le numerose e splendide case nei quartieri residenziali, i santuari le necropoli.

Dal dicembre 2009, Aidone e il suo Museo sono al centro dell’attenzione dei media nazionali e stranieri per i cosiddetti “rientri” dai musei americani di reperti trafugati, ritrovati e restituiti dai maggiori musei americani: gli Acroliti arcaici delle dee Demetra e Kore, veri capolavori dell’arte acrolitica, i magnifici Argenti16 pezzi di raffinatissima e artistica oreficeriea ellenistica, e infine la magnifica statua di Demetra di scuola fidiaca, conosciuta come Venere di Malibù o di Morgantina che dal 17 maggio 2011 è esposta, insieme agli altri reperti in una sala a lei dedicata nel Museo Archeologico.

Aidone (EN) – video