mercoledì , Gennaio 27 2021

Esalazioni maleodoranti e grave situazione igienico-sanitaria al Viale dell’Unità d’Italia a Pietraperzia


Pietraperzia. “Siamo costretti a scrivere per l’ennesima volta per segnalare alle Vostre autorità la grave condizione igienico-sanitaria in cui versano ampie zone dell’abitato di Pietraperzia a causa di continue ed insane esalazioni maleodoranti provenienti da tombini e caditoie” così inizia la lettera/segnalazione del Movomento 5 Stelle pietrino al primo cittadino e a tutte le varie autorità competenti.
“Ci preme sottolineare la necessità di risolvere con urgenza ed in maniera definitiva la situazione che interessa l’intero Viale dell’Unità d’Italia (già Viale dei Pini). Ormai da parecchi anni, infatti, la suddetta zona è appestata da un persistente ed insopportabile cattivo odore esalante dalle caditoie per lo scolo dell’acqua piovana ed il problema si intensifica ad ogni stagione estiva. Tali esalazioni causano, ovviamente, l’esasperazione dei tanti cittadini che sono costretti a conviverci ormai da lunghissimo tempo e che, oltre al cattivo odore, sono esposti all’invasione di insetti e malattie che tipicamente proliferano in tali condizioni – spiegano i pentastellati – noi non abbiamo le competenze per comprendere ed individuare la causa del problema, ma siamo certi che a ciò possa avere influito la mancata effettuazione della pulizia periodica delle caditoie e, pertanto, esortiamo il sig. Sindaco e le autorità competenti ad attivarsi immediatamente in tal senso.
Pietraperzia M5S
Tuttavia, dal momento che si tratta di caditoie per il deflusso dell’acqua piovana, riteniamo che la semplice mancanza di pulizia (pur nella sua gravità) non riesca a giustificare il continuo cattivo odore proveniente da esse. Invece, potrebbe essere probabile una infiltrazione di acque di scarico fognario all’interno dei canali destinati alle c.d. “acque bianche”. Pertanto, anche al fine di eliminare tale dubbio, richiediamo che le autorità competenti procedano immediatamente ad appositi controlli in questo senso, magari con l’utilizzo di colorante idoneo ad accertare l’eventuale provenienza di acqua fognaria dalle abitazioni site nel Viale in questione”.