mercoledì , Aprile 14 2021

Si ripete per il secondo anno consecutivo il ponte didattico tra Valguarnera e Spagna

allievi spagnoli docenti e famiglia InterlicchiaValguarnera. Si ripete per il secondo anno consecutivo il ponte didattico tra Valguarnera e la Spagna dopo la brillante esperienza dell’anno scorso. Anche quest’anno infatti 6 nuovi ragazzi della Catalogna, 3 maschi e 3 femmine, sono ospiti del B&B di Enzo Interlicchia, per uno stage formativo di un mese presso aziende locali, nell’ambito del progetto” Erasmus +”, finanziato dalla comunità europea. Dalla costa Dorada quindi al centro Sicilia, presso un paesino di poco più di 7 mila abitanti, per perfezionarsi non in una branca specialistica presso una università italiana, ma nell’arte della saldatura, del tornio, dell’informatica e delle attività commerciali. Gli intrepidi ragazzi dall’età compresa tra i 16 e i 20 anni che provengono dall’Istituto Professionale “Jaume Huguet” di Valls, a 60 chilometri da Barcelona, sono accompagnati da due docenti tutor: Rosa Batalla insegnante di educazione fisica e LLuisa Barbarà, materie economiche- aziendali. Nel piccolo centro dell’ennese i giovani allievi si fermeranno un mese, sino al 19 luglio, mentre le due insegnanti già domenica partiranno per la Spagna e saranno sostituiti da altri colleghi. Soddisfatti ed entusiasti i ragazzi per questa esperienza formativa lontani dalla loro patria. Rene e Jaune da qualche giorno sono infatti alle prese con torni, frese, martelli e macchinari vari, presso l’officina, di Enzo Interlicchia per realizzare infissi in ferro e in alluminio, Marc adopera con dimestichezza software e hardware presso un laboratorio di informatica, una delle ragazze Berta, lavora presso un supermercato, mentre Raquel e Andrea assistono con pazienza e dolcezza gli anziani del Boccone del povero. Tutto ciò per un mese e a spese della Comunità Europea. C’è già chi si è fatto apprezzare per la sua competenza come nel caso di Marc i cui datori di lavoro gli hanno proposto un allungamento dello stage. La docente Rosa Batalla: “Questa è la seconda volta che veniamo a Valguarnera dopo la brillante esperienza dell’anno scorso. Il nostro dirigente scolastico è rimasto entusiasta dell’esperienza maturata e dell’accoglienza ricevuta dai ragazzi ed ha voluto ripetere anche quest’anno questo ponte didattico tra Valguarnera e la Spagna. Gancio di questo formidabile ponte didattico è stato ancora una volta Enzo Interlicchia che l’anno scorso scrisse a tante scuole iberiche proponendo tirocini formativi presso la sua officina. Adesso è diventato un fermo punto di riferimento. Il buon Enzo infatti, oltre all’officina di fabbro gestisce pure assieme ai suoi due figli e alla moglie Maria Grazia un ottimo B&B in cui i 6 ragazzi e le due docenti sono ospiti. “A Valguarnera- continua Rosa Batalla- stiamo apprezzando non solo l’ospitalità della gente ma anche la cucina siciliana; la signora Maria Grazia ci sta abituando bene preparandoci cibi deliziosi e sfiziosi, stiamo pure apprendendo l’arte di fare i cannoli siciliani, gli arancini e la pasta con finocchietti e sarde. La loro accoglienza è una festa per tutti noi, ci fanno sentire come a casa nostra” Ma non solo lavoro per i ragazzi ma anche sano divertimento e qualche gita fuori porta. La sera accompagnati dal buon Enzo e dai figli è facile incontrarli in qualche pub di via Sant’Elena, nei giorni liberi sabato e domenica invece, o gita fuori porta a spasso per la Sicilia o a cavalcare presso un maneggio vicino. Già nei giorni scorsi le ragazze e le professoresse accompagnate dalla signora Maria Grazia hanno visitato la Villa del Casale di Piazza Armerina ed Agrigento.

Rino Caltagirone