martedì , Maggio 11 2021

Valguarnera: deferiti e denunciati alcuni malviventi durante la giornata del mercato settimanale

mercato settimanaleValguarnera. Giornata movimentata da parte delle forze dell’ordine, all’interno del mercato settimanale di mercoledì, frequentato da centinaia di persone. I carabinieri della locale stazione, comandati dal luogotenente Nicola Lo Moro, nel corso della mattinata hanno denunciato due cittadine rumene per aver rubato in via Sant’Elena, dei capi di abbigliamento da una bancarella di proprietà di un ambulante di origine cinese. Le due donne che avevano approfittato della confusione generale sono state però scorte dallo stesso commerciante che ha telefonato ai carabinieri. Identificate da lì a breve sono state prima interrogate e poi deferite all’autorità giudiziaria, mentre la refurtiva è stata recuperata e consegnata dai militari al legittimo proprietario. Sempre nel corso della mattinata è stato individuato e denunciato uno spacciatore di banconote false che aveva tentato di pagare della merce, presso un’attività di commercio fisso, con cartamoneta da 100 euro. Il commerciante constatata la non autenticità delle banconote palesemente false, li restituiva indietro e l’uomo vistosi scoperto si dava alla fuga. Allertati i carabinieri, procedevano alla ricerca del malvivente che veniva poi individuato grazie alle testimonianze di alcuni passanti, proprio nelle vicinanze dove aveva tentato il raggiro. Interrogato è stato poi anch’egli deferito all’autorità giudiziaria. C’è da dire che non è comunque la prima volta che commercianti valguarneresi vengono presi di mira da spacciatori professionisti, prevalentemente provenienti dal catanese. Nei mesi scorsi alcuni di loro erano riusciti a raggirare i titolari di una macelleria e di una tabaccheria del luogo. Solo dopo accurate indagini furono poi identificati grazie all’ausilio di telecamere di video sorveglianza. Ma la giornata di mercoledì scorso sarà anche ricordata per la chiusura al traffico di una delle vie d’accesso al mercato settimanale. Chiusura dovuta a dei lavori che Acqua Enna sta effettuando da diversi giorni in quel tratto pieno di bancarelle, transitato dai pullman di linea della Etna Trasporti, Sais, Ast e degli studenti pendolari. I pullman per poter muoversi agevolmente hanno trovato delle serie difficoltà sia per il blocco della strada che per la presenza di bancarelle che ostruivano il passaggio dei grossi mezzi. Per regolare il traffico sono dovuti intervenire per larga parte della mattinata gli stessi carabinieri del luogo.

Rino Caltagirone