lunedì , Gennaio 25 2021

L’F.B.C. tra i piccoli ospedali a rischio

Grossi pericoli incombono sulla sopravvivenza dell’ospedale FBC di Leonforte tenuto conto che, la riprogrammazione della nuova rete ospedaliera siciliana presentata in commissione sanità dall’assessore alla salute Razza, è ricca di buchi e condanna a morte i piccoli ospedali per andare a favorire chi nella sanità siciliana, decisamente sta meglio di tutti. La riunione della commissione Salute dell’Assemblea regionale siciliana è stata piuttosto vivace perché molti si sono opposti sulla composizione della nascitura rete ospedaliera siciliana, una composizione che va a favorire i “poteri forti” della sanità siciliana a danno degli ospedali dei piccoli centri che rappresentano a volte l’unico approdo per cure salva vita .“Il governo regionale e l’assessorato regionale alla salute – sostengono i parlamentari Francesco Cappello, Salvatore Siragusa, Antonio De Luca e Giorgio Pasqua del M5S– con un colpo di spugna ha deciso, sotto la falsa bandiera della ri-funzionalizzazione dei presidi ospedalieri di base, di chiudere di fatto gli ospedali di Scicli, Comiso, Noto, Ribera, Salemi, Leonforte, Lipari, Petralia Sottana e Castelvetrano”.
Sostanzialmente non è cambiato nulla rispetto alla prima elaborazione della rete ospedaliera, quindi in piena continuità con le scelte del governo precedente e secondo quanto già assunto con la rete ospedaliera, oggi allineata al DM 70”. Continua invece la moltiplicazione delle unità operative complesse nelle tre Aziende ospedaliere universitarie di Catania, Palermo e Messina, ancora una volta non sottoposte ad alcun taglio, necessario e indispensabile per consentire la sopravvivenza dei presidi ospedalieri di base che vengono chiusi con la formula degli Ospedali Riuniti o fortemente ed ingiustificatamente ridimensionati. Si tratta, in sintesi, di una rete ospedaliera che ancora una volta mortifica le aree interne e tutti i cittadini siciliani distanti dalla città metropolitane.
I rischi, in questa situazione non li corre solo Leonforte, ma anche Piazza Armerina col pericolo conseguente di poter penalizzare tutta la provincia di Enna.
Intanto,  a Leonforte, è convocato per domani pomeriggio, per le ore 18.00, un consiglio comunale che avrà come tema le problematiche inerenti l’Ospedale FBC, su richiesta del gruppo di minoranza “Avanti Uniti per Leonforte” composto da: Angelo Leonforte, Rosalia Ferragosto, Assunta Muratore e Davide Barbera.