martedì , Gennaio 19 2021

La VI commissione regionale affronta il problema delle demenze, richiesta da Aima Sicilia

La sesta commissione regionale “servizi sociali e sanitari”, presieduta dal vice presidente Pullara, su precisa richiesta di Aima Sicilia ha trattato il problema delle demenze con preciso riferimento all’Alzheimer nella speranza di potersi attivare per venire incontro alle esigenze di malati e familiari. Nutrita la rappresentanza di Aima Enna e Caltagirone. E’ stato evidenziato, nei vari interventi che si sono succeduti, lo stato di desertificazione in cui versa la programmazione regionale a circa 5 anni dalla pubblicazione del Piano Nazionale Demenze, non ancora recepito dalla Regione Siciliana. Gli esperti Aima hanno sottolineato nei loro interventi, la specificità della patologia e la necessità di costruire percorsi assistenziali specifici, basati sulla appropriatezza e su una reale integrazione dei servizi, superando l’anarchia funzionale in cui versano attualmente i malati in assenza di linee guida condivise. E’ emersa anche la necessità di costruire un percorso che dalla sensibilizzazione dei medici di famiglia permetta una diagnosi quanto più precoce possibile e permetta alla SSR di prendere in cura il malato e sostenere la sua famiglia in tutto il percorso della malattia attraverso le varie fasi e quindi secondo specifiche caratteristiche socio-sanitarie. E’ stata avanzata la proposta di porre la stessa attenzione che si ha riguardato ad altre malattie cronico neurodegenerative come la SLA. Dopo diverse interventi e la testimonianza di un malato, componente della delegazione Aima, il presidente della Commissione Pullara ha rimandato ad altro incontro gli approfondimenti , sottolineando l’importanza della collaborazione con le Associazioni in rappresentanza dei malati, ed ha auspicato la creazione di un tavolo tecnico che possa supportare la stesura del Piano regionale di integrazione socio-sanitaria nel campo di specifica competenza.