mercoledì , Settembre 28 2022

Enna. Forestali FLAI-FAI-UILA contestano restituzione arretrati contrattuali anni 2010 e 2012

Le segreterie provinciali di FLAI-FAI-UILA sono seriamente preoccupate dall’arrivo da parte dell’Azienda Foreste di Enna così come in tutte le aziende della Sicilia di lettere che intimano ai lavoratori forestali di restituire delle somme non dovute percepite tra gli anni 2010 e 2012. Si riferisce agli arretrati contrattuali che fanno riferimento al contratto collettivo nazionale di lavoro per il periodo 2006-2009.
Le segreterie regionali assieme ai segretari provinciali FLAI-FAI-UILA Malaguarnera Cmino e Savarino affermano con forza, che non va restituito nemmeno un centesimo adoperandosi da subito per ricercare una soluzione con l’Assessore all’agricoltura Bandiera e il Dirigente Generale del dipartimento Candore. Nell’attesa che la politica si risvegli dalla pausa estiva, si stanno avviando tutte le iniziative necessarie per risolvere questo grave problema che riguarda circa 20 mila lavoratori forestali in servizio e 16 mila lavoratori forestali che ad oggi sono andati in pensione, dando mandato ai legali di predisporre una diffida che sarà consegnata entro i primi giorni di settembre, per controbattere a questa richiesta da parte della regione di restituzione di somme corrisposte ai lavoratori a titolo di arretrati contrattuali.
Flai, Fai e Uila assieme a Cgil, Cisl e Uil a tutti i livelli, contesteranno questo governo regionale che ancora una volta e in un momento molto delicato della storia del paese, vuole calpestare e mortificare i diritti acquisiti dei lavoratori, cancellandoli di fatto, con la mancata applicazione del contratto collettivo nazionale di lavoro.