martedì , Gennaio 19 2021

Ri-ri-ri- dimissioni del Ragioniere Capo del Comune di Piazza Armerina

Con nota 28300/A del 1 Settembre 2020, il Ragioniere Capo del comune di Piazza Armerina, ha rassegnato le proprie dimissioni “irrevocabili “. Vi ricordate quando le aveva rassegnate la prima volta? Già. E vi ricordate quando le ha rassegnate la seconda volta? Già… Ecco questa sarebbe la terza volta.
Le motivazioni sempre le stesse “l’opposizione non lo fa lavorare serenamente, troppe segnalazioni”. Stavolta, il ragioniere capo, non avrebbe accettato una segnalazione alla Procura della Corte dei Conti, da parte dei consiglieri di opposizione, sull’utilizzo di somme dell’ente allo Sprar,( SPRAR, un sistema nazionale basato sull’adesione volontaria dei Comuni, che conta su un circuito di accoglienza specializzato e dotato di risorse nazionali dedicate).Esattamente il 5% del cofinanziamento del progetto, che parrebbe non conforme a quanto disposto dal contratto, accordo quadro. A quanto parrebbe, la Procura avrebbe richiesto relazione in merito alla segnalazione, si ipotizzerebbe “danno erariale “. Certo, queste dimissioni suonano come una campana stonata, così come le precedenti, di solito si dice “male non fare paura non avere “. Alla fine della nota, una velata, alla X-Files, raccomandazione: ”Si prega di individuare altra figura per la firma dei mandati “,come per dire: ”arrangiatevi, niente stipendi, vi darò filo da torcere“.
Ma saranno davvero irrevocabili queste ennesime dimissioni? “C’è chi dice no, c’è chi dice no“, e infatti sembrerebbe l’ennesima mossa del “cavallo”, non di razza ma sempre cavallo è, “io mi dimetto, voi (amministratori) avvertite un brivido a livello del fondo schiena e mi “ripescate “, tanto la materia prima c’è… E tutti vissero di nuovo felici e contenti , tranne i dipendenti ed i cittadini. Nel frattempo, è stato perdonato l’ex ragioniere capo, che avendo subito lo spurgo come si usa fare con “i babalucci”, è stato rinominato funzionario al servizio tributi e vice dell’attuale ragioniere capo dimissionario… Quindi se non è presente l’uno firmerà quest’ultimo. Ma fino a quando resisterà questo idillio? Si riattendono dimissioni. Ormai siamo diventati pazienti, non ricoverati… solo pazienti. Ma il sindaco che dice? Di solito :”abbiamo voluto fortemente…… “.

“Un ministro evangelico ha dovuto dimettersi perché l’hanno fotografato assieme a due donne in una vasca da bagno. Lui sostiene che le stava battezzando, ma che purtroppo la cerimonia gli è sfuggita di mano”.
(JAY Leno)


Anna Zagara


14 maggio 2020
Piazza Armerina. Le dimissioni del ragioniere capo “s-mentite”…

13 maggio 2020
Piazza Armerina: il ragioniere capo del Comune si ri-dimette e denuncia tutti…


21 aprile 2020
Il ragioniere capo del comune di Piazza Armerina si è dimesso (si, si è dimesso!)