martedì , Gennaio 26 2021

Valguarnera: escalation impressionante di positivi al Covid. Convocato Consiglio comunale straordinario

Valguarnera. Sta prendendo una brutta piega la questione Covid in paese. Stasera siamo già a quota 42. Una curva epidemiologica che non accenna a diminuire. In dieci giorni quasi triplicati i casi, in quindici quintuplicati. E mercoledì 18 il Consiglio Comunale si riunirà in sessione straordinaria per discutere in uno dei punti sulla sanità pubblica locale e in provincia di Enna. Come dicevamo, una escalation impressionante quella della seconda ondata. Se nella scorsa primavera Valguarnera poteva vantare il primato di non avere avuto alcun positivo, adesso la pandemia non ha fatto sconti. Anzi. Facciamo una panoramica: il 2 novembre i casi di positività erano 9; il 3 erano 12; il 6 novembre 16; il 10 si attestano a 21; l’11 a 24; il 12 a 34; ieri domenica a 39; e stasera lunedì a 42. Una curva che si inerpica verso l’alto paurosamente e col fondato timore che possano essere molto di più di quelli comunicati giornalmente. Se la cadenza nel corso del mese rimanesse così costante, non si sa ove arriveremo. E’ ovvio che ci sia viva preoccupazione, anche perché i tamponi da esitare risultano essere ancora tanti e magari in molti che avvertano sintomi, pur di non rischiare di rimanere in quarantena per diversi giorni a casa, non si recano dal proprio medico curante. O magari ci sono persone che vorrebbero fare il tampone rapido in laboratorio ma non hanno i soldi per poterlo effettuare. Si, perché su questa maledetta bestia pesa anche la disperazione della gente che giornalmente deve sbarcare il lunario per campare. A tale riguardo sarebbe necessario che l’Asp, alla stregua di quanto fatto nello scorso weekend ad Enna e Piazza Armerina per insegnanti, studenti e genitori, organizzasse uno screening anche a Valguarnera. Intanto come abbiamo accennato ieri, la sindaca a partire da stamani e sino a venerdì’ 20, ha sospeso le lezioni negli istituti scolastici dell’Infanzia, delle Elementari e delle Medie, nonché sospeso pure il mercato settimanale alimentare e non, sino a data da destinarsi, ovverossia sino a quando ci sarà un quadro epidemiologico più chiaro. Consentito di allestire le bancarelle solo agli ambulanti locali.

Rino Caltagirone