giovedì , Gennaio 21 2021

Calascibetta “Festival note emergenti”

Calascibetta. La prima edizione del “Festival Note Emergenti”, tenuto nell’agora xibetana, si è concluso con la vittoria dei “Fuori Forma” (nella foto), una band composta da quattro giovani musicisti palermitani che, proponendo brani inediti riguardanti tematiche di interesse sociale, ha convinto la giuria.
Al secondo posto si sono piazzati i “Dead in the egg” (nella foto), un gruppo xibetano, formato da cinque talentuosi elementi. Brava anche la band di Valguarnera “The Rock factor”, classificatasi al terzo posto e trascinata dalla vitalità della cantante. Qualche mugugno, a seguito della decisione della giuria, tra il pubblico c’è stato. A dire il vero, senza nulla togliere ai vincitori, i “Dead in the egg” qualcosa in più l’avrebbero meritato, anche per l’originalità mostrata nell’esibirsi. Trascinati dal carisma di Giovanni Colina, hanno dimostrato, oltre a proporre bene sia le musiche di Elio e le Storie Tese, sia i brani rock, di sapersi muovere bene sul palco, coinvolgendo il pubblico. Forse, lunedì sera, hanno pagato un caro prezzo, quello di giocare in casa. Una loro vittoria, probabilmente, avrebbe scatenato qualche malpensante. Il gruppo, intanto, è rimasto lo stesso contento. “Ci va bene così, siamo molto soddisfatti”, ha dichiarato al termine della serata il cantante Giovanni Colina. Ma è stata una manifestazione dove “Ha vinto la musica”, come ricordato da uno dei presentatori, e dove hanno vinto tutti i venticinque gruppi che si sono esibiti, mettendoci tanta passione, durante le sette serate.

Intanto, i secondi e i terzi classificati (nella foto) avranno la possibilità di registrare una demo (brano musicale) presso uno studio professionale di Piazza Armerina, mentre ai vincitori, oltre ad una borsa di studio, sarà data la possibilità di accedere direttamente alla semifinale regionale del Festival Pub Italia 2012. Bravi anche gli ospiti e i tre presentatori “I SenzaRadio” che hanno condotto le serate con molta professionalità (senza nulla togliere alla riuscita del Festival, tra la prima e l’ultima serata di giorni ne sono trascorsi troppi, una formula che in futuro va rivista). Va sottolineato, comunque, che si è trattato di una interessante kermesse canora per musicisti emergenti. Un’iniziativa musicale, la prima del genere a Calascibetta, che ha portato ad esibirsi nella grande piazza Umberto I ben 25 band arrivate da diverse province dell’Isola. Soddisfatti l’assessore alla Cultura, Rosario Benvenuto, il presidente della Pro Loco, Pietro Folisi, e i rappresentanti dell’Associazione dei Commercianti. “Il nostro obiettivo era anche quello di far conoscere il nome di Calascibetta al di fuori della nostra provincia, pensiamo di aver ottenuto un buon risultato, visto che il Festival è stato seguito da alcune radio e televisioni private anche da fuori provincia”, è stato il commento finale degli organizzatori.

Francesco Librizzi